lunedì 13 aprile 2009

La pasqua napoletana









Sul tavolo pasquale a Napoli nn si puo rinunciare alla pastiera e al casatiello....questa volta la pastiera ve la propongo in versione mignon o crostatina,che ho regalato a vari amici e parenti...sono state apprezzatissime:-)

Il casatiello poi, appartiene alla famiglia delle torte pasquali salate. Così come il tortano. (la torta pasquale dolce più famosa è certamente la pastiera)
Il termine casatiello deriva da “caso”, che in dialetto napoletano vuol dire formaggio, e allude alla cospicua presenza al suo interno di formaggio pecorino.
Tortano e casatiello hanno lo stesso impasto: farina, lievito, acqua, sale, pepe, sugna (in italiano strutto), uova sode, salame, formaggio e ciccoli (ciccioli) di maiale.
Le varianti sono numerose: regionali, locali, e familiari. C’è chi, invece del (o insieme al) salame nell’impasto ci mette mortadella a dadini, o prosciutto cotto. Quanto ai formaggi, fondamentale è il pecorino romano, in dosi generose. Ad esso si aggiunge spesso una piccola percentuale di parmigiano, e c’è chi si spinge fino al provolone semipiccante, e/o all’emmental.

Per le pastiere mignon:
Con una pasta frolla normale, rivestire 10 piccoli stampini da tortino (tenere da parte un po’ di pasta frolla per la decorazione).Far cuocere 200 g di grano precotto con 100 g di latte, un cucchiaio di burro e la buccia grattuggiata di un limone, per circa 10 minuti fino a ottenere un composto cremoso. In un ciotolone, mescolare 200 g di ricotta con 150 g di zucchero fino a ottenere una crema, aggiungere 2 uova e 1 tuorlo, un cucchiaio di cannella, acqua di fior d’arancio a piacere e due cucchiai di canditi (io ci metto cedro e arancio, sempre meglio se fatti in casa). Incorporare infine il grano e distribuire il composto negli stampini individuali.Stendere la pasta rimanente col mattarello e ritagliare con la rotella delle strisce che porrete a forma di croce sulle pastiere mignon. Infornare a 175° per un’oretta (fino a quando la superficie delle pastiere sarà dorata). Servire con una spolverata di zucchero a velo (anzì, sono migliore dopo uno o due giorni al frigorifero e riportate poi a temperature ambiente).(dal blog del cavoletto di bruxeselles)

Il casatiello
Per la pasta:
-farina, 1kg.
-lievito di birra 2 cubetti -strutto (sugna): gr.100
-poco sale, molto pepe
per il ripieno:
-400 gr. di pecorino (oppure formaggi misti: provolone piccante, grana, emmenthal, fontina, ecc.) -400 gr. di salame tipo napoli
-sale, pepe.
per la guarnizione:
-5 uova
-Stemperate il lievito in acqua tiepida (che non sia troppo calda).
-Disponete la farina a fontana, ponetevi al centro lo strutto, il sale, il pepe, il lievito sciolto nell'acqua, e aiutandovi con altra acqua tiepida, mescolate tutto fino a ottenere una pasta morbida che lavorerete con forza per una diecina di minuti battendola sul tavolo.
-Fatela poi crescere in una terrina coperta, in luogo tiepido, per un paio d'ore o fin quando la pasta avrà raddoppiato di volume.
-Tagliate tutti i formaggi e il salame a dadini.
-Quando la pasta sarà cresciuta, staccatene una pagnottella e tenetela da parte.
-Battete tutto l'impasto rimanente con le mani e stendetela allo spessore di un centimetro.
-Disponete su tutta la superficie, uniformemente, il ripieno, e arrotolate con delicatezza la pasta, il più strettamente possibile.
-Ungete di strutto un ruoto (uno stampo largo col buco centrale);
-disponetevi il rotolo di pasta a ciambella, unendone bene le estremità e rimettetelo a crescere in luogo tiepido coprendolo con un panno.
-Quando il casatiello avrà lievitato (accorreranno almeno due ore), disponete le 5 uova su di esso a intervalli regolari, e fermatele con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte.
-Infine infornatelo a forno già riscaldato a 160° per i primi 10 minuti poi a 170°-180° per un'ora di cottura complessiva.
-Sformatelo quando sarà tiepido.

28 commenti:

  1. Non ho mai mangiato nessuno dei due ma magari per la prossima Pasqua mi napoletanizzo anche io...sembra tutto squisito! :)

    RispondiElimina
  2. sono molro carine le mini pastiera e buona anche la ciambella salata!

    RispondiElimina
  3. Che carine! queste mini pastiere mi piacerebbe assaggiarle non l'ho mai mangiate anche la ciambella salata! Auguri

    RispondiElimina
  4. che bonta! La pastiera la voglio propio provare qualche volta questi mingnon sono propio carini. Il casatiello non lo conoscevo ma mi sembra una bonta :)

    RispondiElimina
  5. buonissimi prendo una mini pastieraaa

    RispondiElimina
  6. Complimenti, splendide realizzazioni! Buona Pasquetta!

    RispondiElimina
  7. N
    U
    seo

    SEO是目前最新興的廣告曝光方法,SEO搜尋行銷提供了專業的關鍵字排名與SEO搜尋引擎最佳化服務,讓你的網站在SEO排名遙遙領先,歡迎洽詢SEO的專家 ... SEO自然排名 規劃架設seo seo網站 專業關鍵字公司1通電話幫您把網站排名到第1頁、 想要讓自己的網站大量曝光嗎? ...

    宜蘭民宿

    a383



    0

    o

    RispondiElimina
  8. Che buone queste specialità campane...il casatiello poi dev'essere una vera meraviglia!!!!!!!!!
    Bacioni!!!

    RispondiElimina
  9. ..che belle le pastiere piccole!!^_^..e che buone..per non parlare del casatieolo!!^_^

    RispondiElimina
  10. Solo a guardare queste squisitezze mette una fame.... complimenti!

    RispondiElimina
  11. Imma ma che spettacolo! Le minipastiere sono così sfiziose e il casatiello mi sa d'un goloso!!! Un bacio Laura

    RispondiElimina
  12. Che bellezza le minipastierine!

    *

    RispondiElimina
  13. Imma cara, per caso avresti la ricetta originale del casatiello dolce, quello con la glassa e i diavolini? me l'ha chiesta un mio amico che l'ha mangiato a Ponza e vuole che glielo rifaccia, ma nn trovo la ricetta, o meglio, le trovo sbagliate. il casatiello quello ch deve lievitare per parecchio tempo, nn so se mi sono spiegata. se ce l'hai, puoi postarmela sul blog delle broccole? grazie 1000!! broccola Francesca

    RispondiElimina
  14. Immaaaa ke casatiello strepitoso!!! Le mini poi sono bellissime!!! Anche da noi sono passati entrambi...ora ci vorrano mesi per smaltire tutto!! hehehe Baciotti

    RispondiElimina
  15. grazie,Imma, per la ricetta! mi ha chiamato mia sorella poco fa dicendomelo e sono subito corsa a vederlo. credo proprio ke sia quello che cercavo, nn a vendolo mai visto e nn conoscendolo. ci proverò, te lo farò sapere. ci tengo molto a farlo perchè Enzo è un mio carissimo amico e voglio farlo contento.grazie ancora, di tutto. con affetto. Broccola Francesca

    RispondiElimina
  16. Che meraviglie di ricettehai pubblicato!!!!!!!
    Non saprei da dove cominciare, brava!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Non saprei proprio cosa scegliere...una delizia meglio dell'altra

    RispondiElimina
  18. ma che meraviglia! bravissima! buona pasqua

    RispondiElimina
  19. Un super lavoro sicuramente ripagato di applausi alla cuoca! Bravissima

    RispondiElimina
  20. La pastiera è il dolce che mi piace di più in assoluto..... il casatiello non l'ho mai asaggiato, ma mi fido!!!!
    ^_^

    RispondiElimina
  21. Una bella "pastierina" così mi ci vorrebbe proprio ora per tirarmi su!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  22. Che carina l'idea delle mini pastiere da regalare!!!
    Mia cognata ieri ha preparato il tortano ma era pepatissimo per i miei gusti!! L'anno prossimo li stupisco io con la ricetta del tuo casatiello!!!
    Un bacione e auguri in ritardissimo!!!

    RispondiElimina
  23. Ciao! certo che da voi quando si tratta di festeggiare non vi tirate certo indietro! siamo quasi certe che i piatti più ricchi e gustosi li avete lì da voi!! tutto davvero buonissimo!! e poi bravissima a te!!
    un bacione

    RispondiElimina
  24. che carine !!!! ed anche la ciambella!! complimenti!!! baci!!

    RispondiElimina
  25. ciao imma...il tuo blog è un trionfo di gusto e bontà!!!!!!un bacio claudia

    RispondiElimina
  26. Le Pastiere, meravigliaaa! Sono bellissime davvero e sobno il sombolo assoluto della Pasqua Napoletana, concordo. Un bacione

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!