lunedì 19 febbraio 2018

Torta alle nocciole semi di papavero e amarene con crema al burro e mascarpone

 
Chi mi segue su Fb ed Instagram avrà già visto questa torta 
che ho preparato per San Valentino ovvero una torta
 con farina di nocciole, semi di papavero e amarene,  
ricoperta con crema al burro e mascarpone 
davvero stragolosa!!! 
Per problemi di tempo non sono riuscita a pubblicarla 
anche sul blog (in realtà spesso 
mi capita di preparare torte " a sentimento"
 nel senso che le penso mentre le faccio 
quindi avevo bisogno di elaborare le grammature della ricetta:-)))
 la ma essendo una torta perfetta in ogni occasione
(compleanno, dopo cena, tea time) ve la pubblico lo stesso
 . E' una torta facilissima  da realizzare ma
 anche scenografica e particolare che si avvicina
 (la torta di semi di papavero americana) 
ma molto più golosa e farcita poi con la 
crema al mascarpone e burro che vi delizierà 
Torta alle nocciole, semi di papavero e amarene con crema al burro e mascarpone
Per uno stampo 22/24 cm

160 g di farina 00
40 g di amido di mais
80 g di burro
50 g di nocciole tritate finemente
3 uova
150 g di zucchero
40 g di semi di papavero
1 bustina di lievito
100 ml di latte
100 ml di Marsala 
(se la torta è mangiata anche dai bambini
 potete sostituire il liquore con
100 ml di succo d'arancia oppure altri 100 ml di latte)
1 pizzico di sale
Per la crema al burro e la decorazione
250 g di mascarpone
100 g di burro
80 g di zucchero a velo
100 ml di panna da montare
Succo di amarene e amarene (Toschi)
Granella di nocciola q.b.
Semi di papavero q.b.

Sciogliete il burro e tenetelo da parte. 
Setacciate insieme la farina, l'amido, 
il lievito e la farina di nocciole.  
Montate con le fruste le uova con lo zucchero
 e il pizzico di sale per 5 minuti;
 unite adesso il burro e alternate nella ciotola 
il latte con il marsala con le farine setacciate. 
Unite i semi di papavero e versate nello stampo
( ricoperto con carta forno oppure 
imburrato e infarinato) 
a 160° statico con 40 minuti verificando 
la cottura con uno stecchino. 
Mentre la torta cuoce preparate la crema sbattendo con le
 fruste in una ciotola il mascarpone con il burro morbido
 e lo zucchero a velo. Montate la panna e unitela alla 
crema al burro con movimenti dal basso verso l'altro e
 riponete in frigo. Sfornate la torta, poggiatela su di una 
gratella e lasciatela raffreddare quindi tagliate
 in 3 strati la torta; 
bagnate il primo strato con il succo di amarene 
quindi fate uno strato di crema al burro e proseguite
cosi anche con il secondo strato. 
Posizionate l'ultimo strato 
quindi bagnate anche questo e ricoprite tutta la torta con
 la crema al burro. Versate la farcia rimanente in una
 sac a poche e decorate piccoli ciuffetti 
tutta la circonferenza della torta.
 Posizionate sopra la torta le amarene e spolverizzate 
con granella di mandorle e semi di papavero.

domenica 11 febbraio 2018

Crostata con frolla alle nocciole e confettura di ribes rossi


A carnevale e tutto un friggere 
tra chiacchiere, castagnole, krapfen, frittelle....
insomma si frigge come se non ci fosse un domani ma non a
 tutti piace il fritto oppure non tutti possono mangiarlo 
per motivi di salute quindi ho pensato a questa crostata 
semplice e golosa e tutta colorata come si 
addice al Carnevale. 
La base della frolla è alle nocciole e il ripieno
 di confettura ai ribes rossi ci sta una favola 
con la nocciola. La panna da quell'allegria
 in più e potete aggiungere le codette di 
zucchero colorate che più vi piacciono
 per dare quell'aria giusta di festa.
Crostata con frolla alle nocciole e confettura ai ribes rossi
250 g di farina 00
100 g di burro
50 g di farina di nocciole
120 g di zucchero a velo
1 uovo
1 bacca di vaniglia
1 g di sale
Inoltre
1 barattolo di confettura ai ribes rossi (Visjam)
200 ml di panna
Granella di nocciole q.b.
Codette di zucchero colorate a piacere

Potete procedere con la preparazione della frolla sulla
 classica spianatoia frullando prima le nocciole e
 poi unite tutti gli altri ingredienti oppure se avete
 un robot da cucina munito di lame potete versare 
all'interno del contenitore del robot la farina e il
 burro freddo da frigorifero tagliato a pezzetti. 
Frullate per 20 secondi fino a che il burro non sarà
 ridotto in briciole finissime. Fermate la macchina 
ed aggiungi lo zucchero a velo, il sale e 
la farina di nocciole. 
Prosegui aggiungendo anche i semini
 interni di una bacca di vaniglia e l'uovo.
Frullate di nuovo fino a che vedrete 
aggregarsi gli ingredienti,  
formando delle grosse briciole. 
Spegnete la macchina e rovesciate
 l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato, 
dove impasterete per un minuto fino ad ottenere un 
composto omogeneo a cui darete forma 
rettangolare e schiacciata. 
Avvolgete la pasta frolla alle nocciole nella pellicola
 trasparente e lasciala riposare in frigorifero per
 almeno un’ora prima di utilizzarla. 
Trascorso il tempo indicato, stendete 
l'impasto su carta forno; 
imburrate e infarinate uno stampo da crostata e 
sistemate la frolla all'interno dello stampo quindi 
unite la confettura e infornate
in forno caldo a 180° per 20/25 minuti.
 Montate nel frattempo la panna e riponetela in frigo. 
Appena la crostata e pronta, sfornatela e lasciatela 
raffreddare completamente. 
Versate la panna in una sac a poche e formate
 tanti ciuffetti fino quasi al centro della crostata. 
Versate qualche granella di nocciole e delle
 codette di zucchero colorate.

mercoledì 7 febbraio 2018

Treccia brioche leggerissima di soli albumi profumata di agrumi e vaniglia

 
 Non so a voi ma a me(preparando tanti dolci) spesso rimangono
 degli albumi che mi dispiace buttare via ma invece di
 preparare le classiche meringhe ho preparato una
 treccia brioche golosissima perfetta 
per una colazione speciale,
 completamente homemade, sofficissima e
 più leggera e 
anche senza burro. 
La caratteristica principale di questo
 lievitato come detto prima, è l’utilizzo esclusivo 
degli albumi che lo rendono molto soffice ed 
anche più leggera ed ho profumato con  vaniglia e 
agrumi che danno quel tocco e
 un po di sprint a tutto!!!
 Ho servito la treccia con confettura 
alla fragola golosissima 
di Darbo che ho trovato nella mia 
Degustabox di Gennaio.
 Treccia brioche leggerissima di soli albumi profumata di agrumi e vaniglia
150 g di farina 00
150 g di farina Manitoba
60 g di albumi(circa 2)
40 ml di olio di semi di girasole
80 di zucchero semolato
10 g di lievito di birra fresco
60  ml di latte intero
Buccia di arancia e limone q.b.
1 cucchiaino di essenza di
 vaniglia naturale
1 cucchiaino raso di sale
Per finire
Zuccherini q.b.
1 cucchiaio di miele
2 cucchiai di acqua calda

Per preparare l'impasto ho messo tutti gli ingredienti nella 
macchina del pane con il programma solo impasto e 
lievitazione ma potete realizzare l'impasto anche a mano 
oppure con la planetaria cominciando ad impastare
 tutti gli ingredienti con la frusta a foglia per circa 5 minuti.
 Cambiate la frusta a foglia ed inserite il gancio. 
 Impastate fino a quando non si sarà sviluppato il glutine
 e l’impasto dovrà essere liscio e ben incordato. 
Dovrà staccarsi completamente dalla ciotola.
  Se dovesse risultate appiccicoso aggiungete 
un altro poco di farina, questo dipende dalla
 farina stessa che utilizzate e dal suo 
grado di assorbimento. 
Diversamente se non vi risulta morbido aggiungete
 un poco di latte. Prendete l’impasto, formate 
un panetto liscio e fate lievitare in luogo tiepido coperto
 con pellicola per circa un’ora e mezza o due ore a secondo
 della temperatura ambientale. 
Trascorso il tempo necessario,
 infarinate leggermente una spianatoia, riprendete il panetto 
senza lavorarlo troppo, dividete l’impasto in tre parti uguali, 
formate tre cilindri e intrecciateli tra loro. 
 Trasferite la treccia di pan brioche in uno stampo da
 plumcake rivestito di carta forno, coprite con pellicola a 
contatto e fate lievitare per altri 50/60 minuti in forno
 spento con luce accesa.
 Trascorso il tempo di lievitazione,
 mescolate insieme l'acqua con il miele e spennellate 
il liquido su tutta la treccia; versate i zuccherini e
 cuocete in forno statico a 180° per 30 minuti
(dopo 10 minuti se inizia a colorarsi troppo copritelo 
con un foglio di carta forno). Sfornate la treccia, 
lasciatela raffreddare e conservate il pan brioche in
 pellicola trasparente o ben chiuso fino al prossimo
 utilizzo magari riscaldandolo leggermente.