giovedì 30 ottobre 2014

Ciambelle al vino di Frascati


Un paio di anni fà sono stata a Roma nella zona dei Castelli e nei vari
ristorantini della zona a fine pasto venivano servite delle
ciambelle al vino deliziose.Chiesi la ricetta al cuoco con
la voglia di provarle quanto prima, ma poi si sa le ricette da
provare sono tante e la ricetta finì in un cassetto.
In questi giorni mi è capitata tra le mani il figlietto con la ricetta
ed ho deciso subito di preparale...che dire, sono certa che questo
Natale ne farò vagonate  perchè sono davvero eccezionali e profumano
di casa e di biscotti di una volta!!
A Frascati queste ciambelline, dette anche “ubriachelle”,
 si consumano intingendole nel vino e accompagnate da un grappolino, detto
“cacchietto”, di uva bianca pizzutella.
A Monte Porzio Catone fanno parte di un “misto biscotti”
insieme alle erpette (pasta frolla a forma di esse) e agli stinchetti
(bastoncini con le mandorle).

Per questa ricetta ho utilizzato un vino dell'azienda Siciliana Settesoli
 in particolare Grillo un paglierino scarico con buone sfumature
verdognole, dal sapore decisamente floreale,
con sentori di ananas e buccia di agrumi.
Ciambelle al vino di Frascati 
Ingredienti
 1 bicchiere d’olio
 1 bicchiere di vino bianco(Grillo Cantine Settesoli)
 1 bicchiere di zucchero
 Semi di anice q.b.
 Farina q.b.
 Zucchero da cospargere 
 In una ciotola versate l’olio e il vino, aggiungete lo zucchero, 
semi di anice secondo il vostro gusto, mescolate e poi unite a poco a 
poco la farina fino a ottenere una pasta morbida ed elastica.
Prendete un pezzetto di pasta alla volta, allungatelo 
formando un lungo rotolino,
 tagliatelo a pezzetti di circa 12 centimetri e formate delle ciambelline.
Foderate la placca del forno con l’apposita carta, disponetevi le
 ciambelline distanziandole leggermente fra loro, spolverizzatele
 con lo zucchero semolato, cuocetele in forno a 180° per circa 
20 minuti o fino a quando hanno un bel colore dorato.

Lumaconi ripieni di salsicca,zucca,funghi e Gruyère

 
I lumaconi ripieni sono da sempre uno dei piatti che non manca mai nella mia
 famiglia nei giorni di festa ma anche semplicemente per il pranzo della domenica!!
Il ripieno può essere dei più vari, nel mio caso ho farcito i lumaconi con salsiccia, 
funghi, zucca e tocchetti di gruyère.  Ho bagnato i lumaconi prima di infornarli 
con una salsa al fomaggio a base di latte, panna e altri tocchetti di gruyèra creando
 una sorta di fonduta che ha regalato ancora più sapore al piatto decisamente 
piacevolissimo e perfetto per la stagione autunnale.
 Ho abbinato a questo piatto un vino che amo molto  ovvero
Cabernte Sauvignon di  Cantine Settesoli, un vino elegante e
complesso con sentori di frutta rossa e note erbacee
 di buona stru struttura e persistenza con tannini solidi e dolci
NOTA
Quest'anno ho scelto di partecipare al contest dei formaggi svizzeri
realizzando due ricette con questi due tipi di formaggi:
 l'Emmentaler Dop e Le Gruyère Dop!
Ovviamente l'Emmentaler è quello coi buchi,
Le Gruyère invece è quello compatto!!!
Per la prima ricetta proposta  ho usato Gruyère Dop davvero unica!
Lumaconi ripieni di salsicca,zucca,funghi e Gruyère
Per 2 persone

200 g di lumaconi (Pasta Armando)
200 g di salsiccia
150 g di funghi porcini
250 g di zucca
150 g di Gruyère Dop a tocchetti( Formaggi svizzeri )
50 g di grana grattugiato
Sale e pepe q.b.
Vino rosso q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Salsa al formaggio
200 ml di panna
150 ml di latte
50 g di Gruyère Dop(Formaggi della Svizzera)
Versate in una padella l’olio, aggiungete lo scalogno tritato e fate soffriggere
 un paio di minuti, aggiungete la salsiccia spellata e sbriciolata e fatela rosolare, 
sfumate con vino , lasciate evaporare e aggiungete i funghi sminuzzati e la 
zucca e continuate la cottura per 10 minuti circa aggiustando di sale e pepe.
Nel frattempo preparata la salsa al formaggio mettendo in un pentolino
 la panna il latte e la  gruyère a tocchetti e lasciate sciogliere il formaggio .
Quando il sugo alle salsicce e cotto, unite la gruyère a cubetti e 1/3 della
 salsa al formaggio.
Lessate i lumaconi al dente, scolateli e ungeteli con un filo d’olio in modo
 che non si attacchino tra loro.Riempite con il ripieno i lumaconi, 
ungete una pirofila di olio, adagiate i conchiglioni uno accanto 
all’altro in un solo strato, ricopriteli con la salsa, spolverizzate con
 il formaggio grattugiato e cuocete in forno per 15/20 minuti circa
 o fino a gratinatura.

Con questa ricetta partecipo al Contest #noiCHEESEamo! 
Organizzato da Formaggi Svizzeri 
 in collaborazione con il blog Peperoni e Patate

lunedì 27 ottobre 2014

Crostata dolce alla zucca con mix di farine profumata all’arancia

 
Oggi vi presento una crostata davvero alternativa infatti è una crostata dolce alla 
zucca profumata con arancia zenzero e cannella.
La base è un mix di farine che giacevano in credenza da
 un po quindi ho pensato di unire insieme la farina di castagne con quella 
di farro e la classica 00 per un profumo semplicemente favoloso.
 Unica accortezza questa frolla è molto umida (visto la presenza 
della farina di castagne) quindi vi consiglio di fare l’impasto della
 frolla e tenerlo in frigo almeno un paio di ore e stenderlo con le
 mani nella teglia perche rimane comunque morbido e poi 
effettuare una precottura della frolla per non avere  problemi 
con la farcia abbastanza liquida
Che dirvi…adoro la zucca con quel suo colore particolare e il 
suo sapore delicato da un tocco vivace a ogni tipo di piatto e
 vi assicuro che nei dolci ci sta benissimo e in questa crostata è perfetta!!!
Crostata dolce alla zucca con mix di farine  profumata all’arancia
Base di pasta frolla

150 g di farina 00
50 g di farina di castagne
50 g di farina di farro
100g di burro
150 g di zucchero di canna
1 uovo
2 gr. di sale
2 cucchiaia di acqua fredda
Essenza di vaniglia
In una ciotola capiente setacciamo le farina con il sale, poi aggiungi il burro 
spezzettato a mano lo zucchero, il sale e l’essenza di vaniglia. Diamo 
una mescolata veloce ed uniamo l’uovo e l’acqua fredda. 
Versiamo il composto sul piano di lavoro leggermente infarinato e lavoriamolo 
brevemente fino ad ottenere un composto omogeneo. 
Formiamo una palla con l'impasto, avvolgiamola con la pellicola e mettiamo 
in frigo per almeno 1 ora. Accendiamo il forno a 180° e trascorso il tempo 
di riposo della frolla preleviamola dal frigo e teniamone un pezzo per le
 foglie e stendiamo il resto con le mani infarinate in uno stampo da 
crostata precedentemente imburrato, facciamo aderire bene
 la frolla sul fondo e sui lati. Bucherelliamo il fondo della 
crostata con i rebbi della forchetta e adagiamo un foglio di 
carta forno abbondante rispetto alla dimensione dello stampo e 
versiamo all'interno della base fagioli secchi e inforniamo 
per 15 minuti circa, dopodiché rimuoviamo la carta con i
 fagioli e cuociamo per altri 8/10 minuti e facciamola raffreddare.
Ripieno alla zucca e arancia
500 g di zucca
200 g di zucchero di canna
200 g di panna fresca
2 uova
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1 arancia non trattata
1 cucchiaio di farina
Tagliamo la zucca a fette senza sbucciarla, e dopo aver eliminato i semi e i filamenti,
 inforniamola su una placca coperta da carta forno a 180° per 60 minuti. 
Togliamola dal forno e facciamola intiepidire, poi tagliamola a pezzi e frulliamola. 
Versiamo in una ciotola e aggiungiamo lo zucchero, le spezie, le uova, la panna,
 il succo dell’arancia e la buccia grattugiata, la farina e mescoliamo 
con un frullino sino a che il composto non sarà liscio. Versiamo la
 farcia nel guscio della frolla e cuociamo a 180° per circa 45 minuti 
finche la farcia si sarà rassodata.
Decorazione
Ho tenuto da parte un po di frolla ed ho realizzato delle foglie che ho 
applicato sull’impasto a metà cottura per non farle affondare nella 
farcia e sopra ho utilizzato dello zucchero color oro.