martedì 7 luglio 2015

Cheesecake al cocco e tartufi alla crema di mandorla e cocco e ...10 milioni di contatti!!!


Alzatina e paletta Pavoni Italia

Cheesecake mon amour, si loro le mie amatissime cheesecake,
il mio marchio di fabbrica:-)!!!
Non potrei non prepararle in questo periodo anche perchè senza cottura  
sono perfette per l'estate e quella che vi presento oggi è molto fresca e 
anche light se vogliamo, infatti ho utilizzato per realizzarla lo yogurt 
al cocco e la ricotta e una bella cucchiaiata di crema alle mandorle...
semplicemente divina!!!
Per decorare la cheesecake (e per non farmi mancare ninte) ho preparato dei
 tartufini al cocco e crema alle mandorle che sono andati a ruba...ho fatto in tempo a 
salvarne qualcuno per la cheesecake!!
Avete presente i Raffaello della Ferrero??Questi, perdonate la presunzione, 
ma sono ancora più golosi e insieme alla mia cheesecake sono un
 trionfo di bontà..insomma due dolci in uno,cosa chiedere di più???
Con questa cheesecake voglio festeggiare
con voi un grandissimo traguardo,
10 milioni di contatti per DOLCI A GOGO!!!
Grazie davvero, grazie a chi è passato 
anche solo per un ciao,
a chi ha commentato con affetto, 
ma anche a chi ha solo dato uno sguardo fugace...
GRAZIE DI CUORE A TUTTI!!!
Cheesecake al cocco e tartufi alla crema di mandorla e cocco
Per la base

 180 g di Digestive
70 g di burro
Per la farcia
30 g di farina di cocco
150 di ricotta
50 g di crema alle mandorle(Vis)
4 g di colla di pesce
200 ml di panna
50 g di zucchero a velo
250 g di yogurt al cocco(Fattoria Scaldasole)
Per preparare la base tritare in un mixer i biscotti, ottenendone
 una polvere fine; sciogliere in un pentolino il burro. 
Quando eè completamente sciolto, unire ai
 biscotti tritati in una ciotola, amalgamando bene. 
Foderare una tortiera sganciabile di 18 cm con della
 carta da forno e riempirla con il composto di biscotti.
 Schiacciare bene con un 
cucchiaio in modo da formare la base della cheesecake. 
Lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz'ora.

Mettere la colla di pesce in ammollo in acqua fredda per 10 minuti. 
Montare la ricotta con la farina di cocco, unire  lo yogurt,
la crema alle mandorlelo zucchero a velo e la
 colla di pesce sciolta in un po di latte caldo avendo 
cura di strizzarla prima di immergerla nel latte.
 Montare la panna e unirla al composto quindi 
versare sulla base biscotto e riporre lo stampo in frigo per almeno 4 ore.
 Tartufini al cocco e crema alla mandorla
100 g di ricotta
50 g di biscotti secchi sbriciolati
3o g di farina di cocco
60 g di panna montata
60 g di crema alle mandorle(Vis)
Farina di cocco q.b.
Mescolate la ricotta con la crema alla mandorla, la farina di cocco ed i 
biscotti tritati finemente.Unite la panna montata e riponete il
 tutto in freezer pe 15 minuti.Per formare i tartufini mettete la
farina di cocco in un piatto quindi prelevate un po di composto 
a base di ricotta e mandorle e formare delle palline grandi 
quanto una noce.Passatele nel cocco e riponete subito in frigo.
Prima di servire la cheesecake decoratela con i tartufini.

sabato 4 luglio 2015

Biancomangiare"Wedding cake"al latte di mandorla e cannella

 
 Quanto mi piace il candore di questo dolce per non parlare
 del profumo delle mandarle; il biancomangiare è da sempre 
uno dei miei dolci estivi preferiti e
 in queste formine di silicone della Pavoni "Wedding cake
acquistano un aria di romanticismo davvero unica.
Il biancomangiare (per chi non lo conoscesse)è un dolce al cucchiaio 
che deve il suo nome al fatto che viene preparato prevalentemente 
con ingredienti di colore bianco.Sembra che le sue origini siano arabe,
 ben presto però questa pietanza si diffuse in 
Sicilia già dal XII secolo
 e in breve tempo nel resto dell'Europa (in Francia ad 
esempio era noto come "blanc manger").
Della preparazione del biancomangiare si ha infatti notizia già nel Medioevo: 
non si trattava di una ricetta specifica, ma il nome era infatti 
collegato alle preparazioni con ingredienti bianchi, colore che
 rappresentava la purezza e l’ascetismo.
 L’ingrediente principale sono ovviamente le mandorle 
pelate e il latte che si ricava dalla spremitura delle mandorle; 
la mia versione è più sprint infatti ho utilizzato
 il latte di mandorla pronto e zuccherato.
Provatelo  e gusterete un dessert ricco di storia e di bontà!

Nota-Se volete preparare il latte di mandorla in casa vi 
 rimando a questa mia ricetta...vedrate è facilissimo da 
realizzare!
Biancomangiare"Wedding cake"al latte di mandorla e cannella
Per 4 stampini

500 ml di latte di mandorla(Fabbri)
75 g di zucchero
1 cucchiaino di cannella in polvere
2 fogli di colla di pesce
Ponete i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti.
Versare il latte di mandorle in un pentolino insieme 
con lo zucchero e la cannella. Portare a bollore.
Strizzate la colla di pesce e unitela al latte;spegnete e mescolate 
bene la colla di pesce con una frusta per evitare la formazione di grumi.
Spegnere la fiamma, fare intiepidire, quindi suddividere 
nelle ciotoline/formine. 
Fare raffreddare in frigo per
 almeno 6 ore e servire volendo con un altra spolverata di cannella.

giovedì 2 luglio 2015

Smoothies con bevanda al cocco, pesca, more di gelso e basilico

 
 Con l'arrivo dell'estate i frullati, le centrifughe e tutto quello che fa
 bevanda fresca e vitaminica è davvero un toccasana.
In vista dell'estate Alpro, suggerisce combinazioni insolite
e sorprendenti per realizzare dei gustosissimi smoothies!
Alpro, brand originario del Belgio, valorizza, infatti, i suoi prodotti 
animando il padiglione belga dell'Expo con accostamenti sorprendenti
 realizzando gustosi smoothie attraverso la combinazione delle sue bevande
 a base vegetale con ingredienti  insoliti.
 Per gli accostamenti,Alpro ha collaborato con 
The Foodpairing® Company, agenzia creativa che combina
 alimenti e tecnologia e riferimento globale per gli
 abbinamenti interessanti fra alimenti. Il Foodpairing, infatti, è una nuova
 tecnica di abbinamento del cibo che valorizza le caratteristiche naturali 
degli ingredienti e permette di determinare i migliori accostamenti. 
L’idea è quella di sfruttare la genetica, mettendola al centro del gusto e 
dell’alimentazione, in quanto permette d’abbinare gli alimenti dotati
 di composti molecolari simili.
Le combinazioni possono essere 
curiose e originali, come quella che accosta la Bevanda alla
 Soia di Alpro con i pomodori oppure la Bevanda al Cocco con kiwi, 
spinaci, cetriolo oppure come nel mio caso l'abbinamento 
della bevanda al cocco con pesca, carota, more di gelso 
e basilico...credetemi è delizioso e freschissimo e sano.
Nota
Se non trovate le more di gelso,potete utilizzare i mirtilli
cosi come le more e altri tipi di frutti rossi!
Smoothies con bevanda al cocco, pesca, more di gelso e basilico
200 ml di bevanda al cocco Alpro
100 g di more di gelso
2 pesche bianche
6 foglie di basilico bio
1 carota
Mettete nel frullatore la bevanda al cocco, le pesche e la carota 
tagliate a tocchetti, le more di gelso e le foglie di basilico. 
Frullate il tutto e versate nei bicchieri e bevete subito.