lunedì 29 maggio 2017

Torta di Vianne au chocolat

 
Dal film Chocolat" Il cioccolato è un elemento magico che riesce a 
raggiungere l'anima delle persone, regala dolcezza e scalda il cuore". 
Questa frase concentra in se tutta la magia di questo
 film che ho amato tantissimo e racconta  di questa 
donna Vianna, tanto misteriosa quanto affascinante 
che lavora il cioccolato realizzando delle vere opere d'arte.
 
  Per chi non avesse visto il film siamo in Francia nel 1959, 
Vianne Rocher (Juliette Binoche), una madre single,
 e sua figlia Anouk (Victoire Thivisol)
 arrivano in una piccola cittadina francese molto bigotta.
 Qui  apre un negozio di cioccolata: il suo confezionare 
dolci squisiti e invitanti risveglia gli appetiti 
nascosti e repressi degli abitanti della cittadina .
Il sindaco, il conte de Reynaud (Alfred Molina), 
 molto bigotto tenta l'impossibile per fare fallire
 gli affari della chocolaterie. Questa lotta giunge al 
suo culmine quando una banda di zingari irlandesi 
sbarca a Lansquenet e i suoi abitanti ubbidiscono 
agli ordini del sindaco e fanno di tutto per cacciarli: 
non danno loro né da bere né da mangiare. 
Solo Vianne disubbidisce 
e si innamora del loro capo Roux (Johnny Depp). 
La fine del film non ve la racconto perchè magari
 alcune di voi non l'hanno visto ma credetemi
 vale la pena di guardarlo è pura poesia. 

La torta Vianne au chocolat viene realizzata proprio dalla
 protagonista ed è un tripudio di cioccolato decisamente
peccaminoso  e sono certa che vi regalerà ad ogni
 morso un esplosione di sapori e di profumi...
vi consolerà, vi coccolerà e sono certa vi conquisterà!!!
Io ho ricoperto la torta con petali di rosa del mio
 giardino ma ovviamente potete decorarla come
 volete e anche farcirla all'interno. 
 Torta di Vianne au chocolat
Per 6 persone
125 g burro, a temperatura ambiente
150 g zucchero
2 uova
200 g cioccolato fondente
1 cucchiaio Cointreau
1 cucchiaio di buccia di arancia 
finemente grattugiata
220 g farina
2 cucchiai cacao amaro
1 busta lievito in polvere
250 ml latte
La ricopertura
250 g cioccolato fondente
150 ml di panna
-----------------
Riscaldate il forno a 180 gradi.
Montate con l'aiuto del frullino elettrico
 lo zucchero con 
il burro fino a quando è diventato bello cremoso. 
Aggiungete poi le uova, una alla volta, il cioccolato
 fuso e intiepidito, il Cointreau e la buccia 
di arancia grattugiata.
Settacciate la farina col cacao ed il lievito e poco alla
 volta, in alternanza col latte, incorporatelo all'impasto 
di cioccolato. Versate il tutto in una tortiera imburrata 
dal diametro di circa 25 cm ed infornate per 40 minuti. 
Sarà pronta quando infilando al suo centro uno
 stecchino, ne uscirà pulito.
 Sformatela e rovesciatela su di una gratella 
in modo che si raffreddi bene.
Nel frattempo preparate la ganache (copertura) mettendo 
la cioccolata in un recipiente metallico e versandoci sopra
 la panna che avete portato a leggera ebollizione. 
Lasciate che il calore sciolga la cioccolata per circa
 3 minuti e poi mescolate bene fino ad ottenere una
 crema morbida. 
Fate raffreddare il tutto in frigorifero per
 circa 20 minuti in modo che solidifichi un po' ma non troppo. 
Passato questo tempo, toglietela dal frigorifero e, aiutandovi 
col frullino elettrico, mescolate bene fino a quando otterrete 
una crema che verserete al centro della torta e che spalmerete
 tutto intorno, con l'aiuto di una spatola di metallo,
 in modo da ricoprirla tutta.

giovedì 25 maggio 2017

Barrette al riso soffiato al cioccolato fondente, al cioccolato bianco e frutta

 
 Volete preparare un dessert sfizioso per addolcire un momento 
della vostra giornata?
Le barrette di riso soffiato e cioccolato
 sono l'ideale per una merenda golosa!
 Le barrette sono molto semplici da realizzare
 e si prestano a diverse versioni in base alle vostre
 preferenze: potete mescolare 
il riso soffiato 
con il cioccolato fondente per un gusto più deciso; 
con quello al latte per un sapore più morbido, mentre
 con il cioccolato bianco questo dessert risulterà 
ancora più dolce magari con 
l'aggiunta dei mirtilli 
oppure le fragole come vedete anche dalla foto. 
Queste barrette di riso sono leggere e croccanti. 
Possono essere un modo goloso per consumare 
le ultime riserve invernali di cioccolato, 
prima dell'arrivo delle calde giornate estive!
Nota-Io ho usato per realizzare le 
barrette lo stampo 
Cake 9 porzioni della Pavoni . 
Di seguito vi ho riportato sia la 
versione negli stampi 
che quella pià classica in uno
 stampo anche usa e getta 
Barrette di riso soffiato e cioccolato fondente
100g di riso soffiato (Fiorentini)
200g di cioccolato fondente
Per la versione al cioccolato bianco
200 g di cioccolato bianco
3 cucchiai di farina di cocco
Fragole e mirtilli
--------------------------------------------
Versione con lo stampo Pavoni
 Iniziate sciogliendo a bagnomaria o nel microonde il
 cioccolato fondente. Una volta sciolto lasciatelo
 intiepidire.
Aggiungete 2/3 del cioccolato al riso soffiato
poco alla volta. Amalgamate bene il composto,
ci vorranno due minuti.
Verstae la restante cioccolata fusa nelle 9 porzioni
dello stampo quindi
 ersateci sopra il riso soffiato,
con l’aiuto di un cucchiaio livellate bene la superficie.
Lasciate solidificare le barrette in freezer per un’ora.
------------------
Versione per una teglia 20x20
 Iniziate sciogliendo a bagnomaria o nel microonde il
 cioccolato bianco. Una volta sciolto lasciatelo
 intiepidire.
Aggiungete 2/3 del cioccolato al riso soffiato
poco alla volta. Amalgamate bene il composto,
ci vorranno due minuti.
Foderate una teglia
rettangolare con della carta forno.
Aggiungete alla base il cioccolato fuso rimanente e
versateci sopra il riso soffiato e qualche mirtillo
oppure delle fragole e con l’aiuto di un cucchiaio
livellate bene la superficie.
Lasciate solidificare le barrette in freezer per un’ora.
Trascorso il tempo, con l’aiuto di un coltello tagliatele
 della grandezza che preferite!

lunedì 22 maggio 2017

TORTA DI ALBUMI E LATTE DI MANDORLE

 
 La ciambella con soli albumi è un dolce molto soffice, 
leggero e aromatizzato dalla vaniglia, che vi permetterà non 
solo di consumare degli albumi avanzati magari da una
 crema pasticcera o altre preparazioni per le quali 
avete impiegato solo i tuorli, 
ma vi consentirà anche di scoprire 
con quanta semplicità è possibile avere un 
dolce per la merenda o per la colazione più
 leggero e vaporoso di quelli che siamo 
soliti consumare.
 La presenza degli albumi, piuttosto che dell'uovo intero, 
quindi compreso il tuorlo, non appesantisce l'impasto, 
conferendo sofficità e leggerezza e il sapore del 
latte alle mandorle dona colore ma anche
un sapore unico.
Si conserva benissimo 
anche per diversi giorni in una campana, mantenendosi 
umida e profumata. Io ho preferito utilizzare l'olio di semi,
 per dare delicatezza al sapore del dolce e far risaltare
 l'aroma di vaniglia, ma se preferite
 potete scegliere l'olio di oliva.
 Ciambella di albumi
Stampo 24cm

 150 gr di farina 00
 200 g di zucchero
 70 ml di olio di semidi girasole
 60 ml di latte di mandorle
  (oppure parz.scremato o di soia)
 6 albumi
 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
 1 bustina di lievito per dolci
Decorazione
200ml di panna montata
Fragole q.b.
 Montare a neve gli albumi e metteteli da parte. 
Lavorate poi nella ciotola di una planetaria
 (o di un robot da cucina) la farina con lo zucchero,
 l'olio di semi, il latte, l'estratto di 
vaniglia ed il lievito per dolci. 
Aggiungere quindi gli albumi a neve 
ed incorporarli all'impasto con una
 spatola, mescolando
 dal basso verso l'alto per non farli smontare. 
Versare l'impasto in uno stampo a ciambella unto 
ed infarinato ed infornate a 180° per 30 minuti. 
Sfornare, lasciare raffreddare e poi sformate il dolce
 in un piatto da portata e decorate con la
 panna montata e le fragole tagliate a fette.