martedì 21 ottobre 2014

Vellutata di zucca ricca allo speck con crostini di pane tostato

Quando si parla di vellutata si pensa sempre a qualcosa di
molto leggero quasi insapore…conoscendomi, poteva essere
 una mia vellutata cosi? 
No, decisamente no, anzi, la vellutata che vi presento oggi non rientra di 
certo nella lista dei piatti di chi è rigorosamente a dieta ma io amo mangiare
 in modo gustoso, i cibi sciapi e senza sapore non rientrano per nulla mia lista 
quindi, pur restando un caldo confort food questa vellutata si veste di
 sapori decisi e gradevoli al palato infatti la zucca dolce si sposa 
meravigliosamente con il gusto deciso dello speck e del formaggio, 
il tutto completato da crostini e speck tostati. 
Vi ho convinte? Se amate la zucca provatela e fidatevi l’adorerete! 
  Vellutata di zucca ricca allo speck con crotini di pane
Per 2 persone
500g di zucca
70g di burro
1 scalogno
50g di speck
1 cucchiaino raso di timo secco
200 ml di brodo vegetale
2 fette di pane raffermo
Sale e pepe q.b.
Formaggio Gran Moravia (Brazzale) q.b.
Pulire e tritare lo scalogno e metterlo in una casseruola con il burro e un filino 
di olio a rosolare. Unire 50 g di speck tritato e rosolare ancora.
 Uniamo a questo punto la zucca pulita e lavata e tagliata a toccheti.
Lasciamo insaporire e uniamo il timo, il brodo e regoliamo 
di sale e pepe e lasciamo cuocere per circa 15/20 minuti.
Mentre la zucca cuoce, tostiamo con un filo d’olio le fette di pane tagliate a cubetti 
 e lo speck restante tagliato a listarelle. Appena la zucca e cotta frullatela con il 
mini pimmer e servite con i crostini di pane, lo speck e una generosa 
spolverata di Gran Moravia.

 
Con questa ricetta partecipo al contest della cara amica
 Maddy del blog
La cucina schiacciapensieri
“I sapori dell’autunno: le ricette della Mostra Mercato del 


lunedì 20 ottobre 2014

Torta morbida al latte condensato con confettura di fichi e cioccolato

 
Le torte al cioccolato lo sapete sono una mia grande passione
(ho una sezione nell'indice delle ricette dedicate a loro)
e in questi giorni, sarà l'autunno, ma la voglia di torte al
cioccolato è raddoppiata e ne ho sfornate almeno
un paio che vi mostrerò prestissimo!!
Questa di oggi è di una morbidezza assoluta infatti al suo interno
 ho utilizzato il latte condensato che ha reso la
deliziosa e soffice anche il giorno dopo
Per farcirla ho utilizzato la confettura di fichi che ben si sposa con
il cioccolato e per non farvi mancare niente una bella colata
 di ganache a completare il tutto!!
Sono golosa lo so ma sapete che vi dico???Bando alla dieta e
 tuffatevi in questa torta che solleverà anche il giorno più triste, parola mia!!!!
 Torta morbida al latte condensato con confettura di fichi e cioccolato
Per la torta
Stampo 18

150 g di farina
3 uova
180 ml di latte condensato(un tubetto)
60 g di burro
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di concentrato di vaniglia
Inoltre
1 barattolo di confettura Fiordifrutta Rigoni ai fichi
150 g di cioccolato al latte
100 ml di panna
Scaglie di cioccolato
Per preparare la torta fondete il burro e in una ciotola unitelo al latte condensato
 quindi aggiungete anche le uova e la vaniglia ed amalgamate il tutto con il frullino.
Unite infine la farina con il lievito e versate nello stampo imburrato ed infarinato e 
cuocete a 170° per 30 minuti. Sfornate, tagliatela in tre dischi e appena sarà
 fredda spalmatela con la confettura di fichi. Mettete a scaldare la panna
quindi versatela sul cioccolato tritato, mesocate bene e poi
 e colate sulla torta dopo averla sistemata su di una gratella. 
Decorate  a piacere con scaglie di cioccolato.

venerdì 17 ottobre 2014

Cake al limone con yogurt greco e semi di papavero

 
 Per il nostro nuovo appuntamento dededicato al Tea Time in compagnia di 
Twinings oggi vi presento una ricetta che profuma di ingredienti semplici 
come yogurt, vaniglia e la confettura di limoni. 
A vivacizzarne la trama, una miriade di semi di papavero che 
donano colore e una lieve, e quanto mai gradevole, croccantezza. 
Trovo che sia perfetto da accompagnare con una tazza di tè magari
 addolcita con il miele e magari potete spalmare ogni fetta con 
una confettura.
Ho abbinato a questo cake un tè  impreziositi da un bouquet di 
spezie che ne dona vivacità e personalità uniche ovvero l'Indian Chai 
di Twinings, un  tè nero originario dell’India e aromatizzato con 
cardamomo, chiodi di garofano, zenzero e cannella. Da gustare caldo 
e preferibilmente al naturale per apprezzarne a pieno le note speziate...
concessa una nuvola di latte!
Nota- Potete sostituire la confettura di limoni
con 50 ml di succo di limone, il risultato non cambia!
 
Cake al limone con yogurt greco e semi di papavero
     250 g di farina
     170 g di zucchero semolato
     50 g di zucchero di canna
    170 g di yogurt greco
    150 ml di olio di semi di girasole
     2 cucchiai di Fiordifrutta limoni(Rigoni di Asiago)
     2 uova
    1 cucchiaino di estratto di vaniglia
    1 cucchiaio di semi di papavero
    8 g di lievito per dolci in polvere
    1 presa di sale
 Scalda il forno impostando la temperatura a 170°. In una ciotola metti le uova, 
l'olio, lo yogurt, la la confettura di limone, l'estratto di vaniglia e lo zucchero. 
Sbatti con le fruste elettriche fino a ottenere un composto omogeneo.
 Setaccia la farina e il lievito direttamente sulla ciotola e 
aggiungi i semi di papavero.
 Mescola con una spatola per amalgamare. Solo in questa fase aggiungi il sale,
 rimestando nuovamente.Versa il tutto all'interno di uno stampo da cake rivestito
 di carta da forno e cuoci nel forno per circa 45-55 minuti, o comunque 
fino a quando uno stecchino infilato al centro del dolce uscirà asciutto.