domenica 20 maggio 2018

Zuccotto al cioccolato e Nocciolata black and white

 
 In questo periodo é tutta un'esplosione di dolci golosissimi e 
colorati farciti con la frutta fresca cpme crostate e dolci
 pannosi sempre accompagnati da fragole, kiwi e invece... 
io oggi io vado controcorrente e ammetto una mia 
debolezza: non resisto al cioccolato nemmeno
 in piena estate! 
Complici dei pezzi di cioccolato 
ancora residui delle troppe uova di Pasqua ricevute 
dai miei ragazzi, ho pensato di prepare 
questo zuccotto ricoperto di un'altra delizia assoluta,
La torta é morbidissima  e farcita a strati
con la Nocciolata che ho
utilizzato anche per ricoprirla.
Alla fine ho decorato  con palline di riso 
soffiato al cioccolato
 bianco e nero...ovviamente i miei 
figli ne sono andati matti!!!
P.S. Ovviamente se non possedete lo stampo a zuccotto 
potete utilizzare tranquillamente una teglia tonda da 20/22 cm°
Zuccotto al cioccolato e Nocciolata black and white
Stampo zucchero 18 cm

100 g di farina 00
2 uova intere
100 g di zucchero
100 g di burro(Lurpak)
100 g di cioccolato fondente
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
Per completare
1 barattolo di Nocciolata Rigoni di Asiago
A piacere: palline colorate di cioccolato, codette, scaglie
 di cioccolato, granella di nocciola

Imburrate e infarinate lo stampo. Iniziate sciogliendo a
 bagnomaria il burro e il cioccolato, lasciate poi 
intiepidire qualche minuto. 
Nel frattempo montate
 con le fruste le uova con lo zucchero fino ad ottenere
 una massa chiara e spumosa. Aggiungete a filo il
 cioccolato fuso continuando a mescolare al minimo 
della velocità. Aggiungete la farina, il sale e il lievito
 setacciati.Assicuratevi che l’impasto sia omogeneo, 
poi versatelo nello stampo a zuccotto, 
livellatelo e infornate in
 forno caldo a 180 gradi per 20 minuti. 
Poi estraete dal forno e lasciateraffreddare 
completamente
.Quando la torta sarà fredda, taglatela in 2 strati e
 farcite i primi due starti con la Nocciolata. Ricoprite 
con il terzo strato e con una spatola, rivestite lo
 zuccotto con la Nocciolata e decorate a piacere.

mercoledì 16 maggio 2018

Crema di fondi di carciofi con tartufi al caprino con pepe rosa, semi di papavero e semi di chia

 Lo ammetto, sono una mangiatrice seriale di carciofi!
Mi piacciono arrostiti, fritti, in padella, nel risotto, ripieni...
insomma in tutti i modi possibili ma poi, resta lo scarto, 
ed ogni volta penso che sia un vero peccato buttarvi
 via tutto quello che resta dall' operazione di pulitura.
 Ottenere i cuori comporta una quantità massiccia di scarti, 
tra foglie e parte più esterna dei gambi. 
Come ben sapete io odio gli sprechi 
 in cucina in particolare, 
ho sempre pensato a come utilizzare al
 meglio tutto questo ben di natura.
 Questa crema nasce proprio da questo
 principio di utilizzo degli scarti e per rendere ancora 
più gustoso il piatto, ho aggiunto dei tartufi realizzati 
con il caprino e ricoperti con semi di papavero, pepe rosa
 e semi di chia...decisamente un piatto divino, leggero 
ed economico che vi consiglio davvero di realizzarlo, vi stupirà!
Crema di fondi di carciofi con tartufi al caprino con pepe rosa, 
semi di papavero e semi di chia
Ingredienti per la crema

70 g di cipolla bionda
Scarti di carciofo( foglie e gambi) circa 200 g
2 cucchiai di olio evo
Sale grosso q.b.
Per i tartufi al formaggio di capra con Semi di chia, 
semi di papavero e pepe rosa
200 g di caprino
20 g di panna
50 g di grana grattugiato
Sale e pepe q.b.

Per preparare la crema di carciofo elimina con attenzione
 le spine dagli scarti, poi riducili a pezzetti non troppo grandi. 
Taglia la cipolla a rondelle e lasciala stufare in una pentola 
dai bordi alti con due cucchiai di acqua, 1 cucchiaino 
di olio extravergine e poco sale grosso. Una volta che 
sarà diventata trasparente aggiungi gli scarti di carciofo 
e fai insaporire a fuoco alto per 5’ poi copri acqua e 
lascia stufare per 30’ con coperchio.
Trascorsa la mezz’ora, togli dal fuoco. 
Se hai tempo lascia riposare 
coperto per un’ora, 
altrimenti passa subito alla fase successiva: 
scola i vegetali versandoli nel bicchiere di un frullatore 
ad immersione e tenendo da parte il brodo di cottura.
Frulla gli scarti aggiungendo ½ bicchiere di acqua
 di cottura poi passa la purea con un colino a maglie
 strette così da eliminare tutta 
la parte fibrosa.
Versa nuovamente la purea nel bicchiere del frullatore
 e frulla dal basso verso l’alto con movimenti 
dolci aggiungendo l’olio di riso a filo e montando 
la crema come se fosse una maionese. 
Aggiusta di sale e servi oppure conserva 
in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.
----------------------------------------
Per la preparazione dei tartufi
Mescolate insieme il caprino con la panna. 
Unite il grana quindi salate e pepate a piacere. 
Realizzare delle palline con le mani unte e 
riponetele in frigo per mezz'ora. 
Versate in 3 diversi piattini i semi di chia, di 
papavero e pepe rosa e passate ogni pallina 
velocemente nei piattini poi posizionate le pallini 
nei piatti con la crema di carciofi  calda. 
Spolverate con granella di nocciola e
 aggiungete qualche goccio di olio evo.

domenica 13 maggio 2018

Charlotte alla fragola e crema bianca e tanti auguri a tutte le mamme!

 
 La charlotte alle fragole è un dessert francese molto fresco, 
raffinato e goloso e idelae per festeggiare la festa della mamma! 
È composta da un guscio di savoiardi, fragole e un ripieno 
morbido di crema chantilly che io ho sostituito con una crema
 bianca al latte ovvero una crema con amido di mais senza
 uova che risulta compatta e con un 
delizioso sapore delicato.
 Questo dolce si presta ad essere farcito e decorato con ogni tipo di
 frutta come mele, pere, kiwi, pesche e frutti rossi, diventando
 così un fine pasto versatile e adatto a tutte le stagioni e occasioni. 
Oltre ad essere un dolce davvero goloso è anche molto bello
 e semplice da decorare, basterà avvolgere un nastro colorato
 intorno ai bordi per conferire un aspetto elegante.   
 
 Charlotte alla fragola e crema bianca
Per uno stampo a cerniera di 18 cm°

Per la crema bianca
250 ml di latte
50 g di amido di mais
1 baccello di vaniglia
50 g di zucchero
Per comporre la Charlotte
1 confezione di savoiardi
300 g di fragole
2 fogli di gelatina
200 g di panna
100 g di zucchero
1 limone
1 arancia
Per la decorazione
200 g di fragole
Cioccolato bianco q.b.
Codette rosse q.b.
Preparazione della crema bianca
Aprite il baccello della vaniglia al centro incidendolo nel 
senso della lunghezza. Prelevatene i semini e teneteli da parte.
 Versate in una pentola il 
 latte ed accendete la fiamma, 
quindi unite anche il baccello di 
vaniglia privo dei semi e
 lo zucchero.Fate scaldare mentre fate sciogliere, 
nel latte freddo rimasto, l'amido di mais poco per
 volta ed evitando la formazione di grumi. 
Unite adesso il latte caldo, a filo e continuando a mescolare
 ma solo dopo aver prelevato il baccello di vaniglia.
 Ponete nuovamente sulla fiamma e, sempre mescolando,
 unite i semini della vaniglia e fate addensare
 la crema. Riponete in frigo per 1 ora 

Per la charlotte
Tagliate le fragole a tocchetti e insaporitele con il suco del 
limone e dell'arancia  l'arancia   più lo zucchero. 
Lasciate macerare 1 ora. Mettete la gelatina in acqua
 fredda per 10 minuti e 180 ml di panna. 
Prendete i 20 ml di panna avanzati ed
 inseriteli in un 
pentolino sul fuoco basso; strizzate 
la gelatina e unitela alla panna. 
Spegnete il fuoco e sciogliete completamente la gelatina. 
A questo punto, unite alla crema bianca la gelatina e
 mescolate con un frullino; unite le fragole sgocciolate 
dal succo e la panna con movimenti dall'altro verso il basso.
Composizione del dolce
Foderate lo stampo con carta forno sia la base 
che i lati(aiutatevi con il burro per far aderire).
 Bagnate alcuni savoiardi con il succo avanzato 
delle fragole e posizionateli alla base dello stampo. 
Versate la crema, pareggiatela bene
 quindi ponete in frigo almeno 2/3 ore.
Quando la Charlotte è ormai compatta, toglietela 
dallo stampo e decorate tutta la circonferenza con i 
savoiardi tenuti uniti da un nastro. 
Posizionate sul base alcune fragole tagliate e
 fettine, scaglie di cioccolato bianco e volendo
 anche delle codette rosse.