domenica 26 marzo 2017

Panna cotta alla vaniglia e mirtilli con Cruncky Pur all'avena


 La primavera è arrivata finalmente e con lei è tornata la voglia
 di dolci leggeri e golosi nei quali affondare il cucchiaino e cosa 
c'è di più coccoloso, soffice e vintage di una panna cotta!!??
 La panna cotta è un dessert di origine piemontese e 
rappresenta un grande classico della cucina italiana.
 Questo dolce al cucchiaio tipicamente aromatizzato
 alla vaniglia, è facile e veloce da
 preparare e trascorso
 il tempo di raffreddamento in frigorifero è 
pronto per esser gustato.
 Oggi vi propongo al mia versione ancora più 
golosa se possibile
 infatti oltre allo strato candido della
 panna cotta alla vaniglia, 
ho aggiunto uno strato di panna cotta ai mirtilli 
che crea un delizioso contrasto tra la dolcezza della
 panna cotta e l'asprezza dei mirtilli! 
 Alla base della mi pana cotta, per dare un po di croccantezza,
 ho utilizzato i Cruncky Pur all'avena che ho scoperto
 nella mia Degustabox di Marzo. 
Sono delle deliziose
 pepite realizzate con  fiocchi d'avena, chicchi di riso
 soffiato e, per un leggero e delicato tocco di dolcezza,
 sciroppo di riso.
 Insomma io spero di avervi ingolosito
 con questi miei piccoli desssert e del resto questo è
un dolce molto versatile
 facile da realizzare  
e perfetto in ogni occasione..colazione, 
pranzo domenicale, goloso e
 leggero dopocena... a voi la scelta!!!

Panna cotta alla vaniglia e mirtilli con Cruncky Pur all'avena
per 4 bicchierini

 1/2 litro di panna
100 g di zucchero
1 dl di latte
 10 g di colla di pesce
 1 stecca di vaniglia
50 g di mirtilli
50 g di Cruncky Pur all'avena(Degustabox.it)
 
 Mettete a bagno i fogli di colla di pesce in acqua fredda. 
Versate il latte in un pentolino, scaldate a calore molto
 basso e non fate bollire.
 Ritirate dal fuoco e immergetevi i
 fogli di gelatina sgocciolati e strizzati. 
In una casseruola versate la panna, aggiungete lo
 zucchero e la stecca di vaniglia, ponete sul fuoco 
e, a fiamma bassa, sempre mescolando, portate a bollore. 
Ritirate immediatamente e versatevi il
 latte dove avete sciolto la colla di pesce, mescolate per 
amalgamare gli ingredienti. 
Dividete la panna cotta in due scodelle e versate
 in una i mirtilli. Frullate il tutto con il mini pimmer. 
Ponete alla base di ogni bicchiere una manciata
di fiocchi d'avena sbriciolati, unite uno strato di 
panna cotta alla vaniglia e ponete nel freezer 5 minuti.
 Riprendete i bicchierini e aggiungete un secondo 
strato di panna cotta ai mirtilli e nuovamente 
poneteli in frigo fino al momento di servirli.

venerdì 24 marzo 2017

Torta caprese al limone

 
 La caprese al limone è una variante altrettanto squisita della classica 
caprese al cioccolato. In questa ricetta, il dolce tipico
 dell’isola di Capri, 
da cui prende il nome, mantiene alcuni ingredienti 
base come le mandorle, le uova e il burro, ma viene 
arricchito dalla dolcezza del cioccolato bianco, 
che contrasta  il profumo 
e l’aroma acidulo dei limoni. Io ho provato
diverse volte 
questa ricetta anzi
QUI trovate la ricetta 
pubblicata in passato ma
 oggi invece voglio presentarvi  una soluzione alternativa e
 veloce per preparare questo dolce infatti ho utilizzato
 la base per torta caprese al limone di
 San Martino aggiungendo
 solo uova e burro e devo dire che il il risultato
 non mi dispiace affatto. 
 
Non sono una fautrice 
dei preparati per dolci però quando sono di fretta oppure,
 come in questo caso, mi mancavano le mandorle avere 
in casa dei preparati pronti
 (ovviamente solo un  mix e 
in questo caso di mandorle, farina, cioccolato bianco) 
è una gran bella comodità anche magari per le
 meno esperte in tema di pasticceria e devo dire
 che questa torta  ha un deliziosa dal cuore morbido che 
trattiene ed esalta tutto il gusto del limone, 
del cioccolato e delle mandorle.
Torta caprese al limone (San Martino)
1 confezione di preparato per Torta Caprese (San Martino)
125 g di burro
3 uova

Accendere il forno a 160°C (se forno ventilato) oppure 
a 180°C (se forno elettrico).
Sciogliere il burro. Preparare una tortiera, a cerchio apribile,
 del diametro di 26 cm leggermente imburrata.
Versare il preparato per torta in una terrina, aggiungere 
le uova e il burro precedentemente sciolto.
Mescolare con un cucchiaio di legno sino ad ottenere 
un composto morbido ed omogeneo.
Versare il composto nella tortiera e cuocere per
 20-25 minuti circa (forno ventilato), 
25-30 minuti circa (forno elettrico).
Togliere dal forno, far riposare per 10 minuti,
 levare dalla tortiera e cospargere la torta con zucchero a velo.

mercoledì 22 marzo 2017

Biscotti all'amarena napoletani

 
 E dopo le zeppole di San Giuseppe
oggi vi presento un'altro dolce tipico della mia citta
 ovvero i biscotti all’ amarena  apprezzatissimi 
sia dai da grandi che piccini. 
Si tratta di biscotti di pasta frolla dalla forma 
rettangolare ripieni di pan di spagna o 
altri tipi di torte secche, amarene e cacao.
 In passato i biscotti all’amarena venivano
 preparati con tutti i ritagli degli altri dolci avanzati, 
venivano infatti rimpastati, aromatizzati con l’amarena
 e usati come ripieno per questo dolce. 
Oggi, nella maggior parte delle pasticcerie 
di Napoli vengano realizzati ad hoc
, appositamente, visto il largo consumo quotidiano.
 Sono davvero una leccornia, profumatissimi e 
gustosi sono ideali per fare colazione, merenda,
 o ideali come dessert domenicale.
Biscotti all'amarena
Per la frolla
250g di farina
 100g di zucchero
 100g di burro
1 tuorlo
1 uovo
1 bustina di vanillina
 Ingredienti ripieno
250g di marmellata di amarene
3 cucchiai di cacao in polvere amar
300g di pan di spagna sbriciolato
1 cucchiaio di liquore alchermes
 Per la glassa e decorazione
1 albume
 140g di zucchero a velo
50g di marmellata di amarene

Mettete in una ciotola farina, zucchero, un tuorlo, un uovo ed il
 burro tagliato a tocchetti. Impastate il tutto 
fino a formare un panetto,
 che avvolgerete nella pellicola per alimenti per
 farlo riposare in frigo 30 minuti.Intanto nel mixer 
sbriciolare : pan di spagna, marmellata di amarene,
 cacao e liquore ed impastate fino ad ottenere un
 composto omogeneo.Trascorsa mezz’ora prendete
 la frolla dal frigo e stendetela su un piano infarinato
 aiutandovi, per stenderla, con la carta da forno.
In questo rettangolo di pasta, al centro, mettete il ripieno, 
avvolgetelo e chiudete la pasta formando un salsicciotto.
Tagliate a fette il rotolo, ogni fetta deve risultare dello 
spessore di due dita.Mettete i biscotti su una teglia
 ricoperta di carta forno. 
A parte preparate la glassa, 
mescolando l’albume con lo zucchero a velo. 
Quindi spennellate i biscotti. Per ricavare le striscette
 decorative, userete un pennellino per alimenti bagnato
 nella confettura, o uno stuzzicadente.
Infornate a 180° per 30 minuti. Servire e gustare freddi.