sabato 12 dicembre 2009

IL CASTAGNACCIO



Il castagnaccio non fa parte della cultura dolciaria campana (almeno della mia cultura familiare) ed è la prima volta che mi cimento nel farlo e devo dire che sono molto soddisfatta.E’ molto particolare a base di farina di castagne arricchito con pinoli, uva passa, noci e rosmarino: realizzato con pochi ingredienti e con un procedimento molto semplice è un piatto prettamente autunnale, tipico della Toscana, dove la castagna è molto diffusa.Il suo profumo è inconfondibile la sua immagine mi riporta al bosco ai sapore dei dolci buoni di una volta…mi ha conquistata al primo assaggio!!! La ricetta che ho eseguito è quella di Fior di frolla (un nome una garanzia:-) e vi riporto la ricetta che ho eseguito alla lettera tranne l’aggiunta di rosmarino.
Castagnaccio
(ricetta di Valeria Piccini - ristorante Caino - contenuta in "Caino", Giunti Editore)

Ingredienti per uno stampo da 26 cm di diametro:
300 g di farina di castagne
30 ml di acqua
375 ml di latte
40 ml di olio extravergine di oliva
40 g di zucchero semolato
40 di noci
40 g di pinoli
40 g di uvetta
1 rametto di rosmarino

Procedimento:
In una ciotola capiente setacciate la farina di castagne, stemperatela con l’acqua e il latte mescolando con una spatola e facendo attenzione a non creare grumi. Unite lo zucchero semolato, l’olio, le noci sgusciate ridotte a pezzi grossolani, i pinoli e l’uvetta (che io ho fatto precedentemente rinvenire in un po’ di acqua). Mescolate di nuovo per amalgamare bene tutti gli ingredienti e trasferite il composto (che sarà piuttosto liquido, ma va bene così) in una teglia circolare da 26 cm di diametro alta circa 2 cm foderata di carta da forno (se vi risulta più facile potete bagnarla e strizzarla bene). Cospragete la superficie del castagnaccio con aghi di rosmarino e fate cuocere nel forno già caldo a 200° per circa 25 minuti o fino a quando si formerà una crosticina superficiale e i pinoli appariranno dorati.

28 commenti:

  1. Buono , non l'ho mai fatto ma ho avuto la fortuna che lo fa una mia amica!

    RispondiElimina
  2. Praticamente attraverso le tue mani viene tutto bene....

    RispondiElimina
  3. straodinario Imma! troppo brava. Quante volte l'ho visto in rete negli ultimi tempi.. originariamente da Virginia :) è proprio stuzzicante la consistenza che si vede che ha!
    bacione!

    RispondiElimina
  4. buonissimo...
    lo proverò...
    bacio

    RispondiElimina
  5. Ciao Imma dalle foto ti è riuscito proprio bene... anche io non l'ho mai provato!!! E' vero è insolito nella nostra tradizione... ma il bello è anche questo sperimentare sempre sapori nuovi... complimenti e a presto!!!!

    RispondiElimina
  6. Che buonoooooooo :-)))) Imma non l'ho mai assaggiato ma ho sempre avuto voglia di sentirne il sapore.. mi piacciono tutti gli ingr. che lo compongono!!!! :-))) bacioni buon w.e.

    RispondiElimina
  7. Io non l'ho mai fatto in prima persona, ma lo adoro, e spesso se posso, ne compro un bel pezzetto, che sparisce in un battibaleno...
    Che meraviglia il tuo!
    Castagnaccio campano...evvai!

    RispondiElimina
  8. Come sempre bravissima. Una domanda.. ma l'uvetta, è proprio proprio necessaria? In casa nostra non va!!! Nemmeno il panettone classico passa da questa porta. :(
    Un abbraccio. ;D

    RispondiElimina
  9. cri nn è fondamentale quindi puoi ometterla tranquillamente!!baci

    RispondiElimina
  10. Perfetto ho ancora un pò di farina di castagne e non sapevo come adoperarla per non rifare la mia torta con farina di castagne: http://coloreincucina.blogspot.com/2009/11/plagio-e-farina-di-castagne.html
    La tua ricetta mi piace e mia figlia adora le castagne. Perfetto, mi metto al lavoro!

    RispondiElimina
  11. Brava Imma! è davvero invitante!

    RispondiElimina
  12. che meraviglia! Ma sai che non l'ho mai fatto? Devo rimediareeeeeeeeeeeeee!!! Baci

    RispondiElimina
  13. Bello! Ma sai che non ricordo di averlo mai assaggiato? Eppure è famosissimo!

    RispondiElimina
  14. noi a parma lo chiamiamo "pattona" e lo facciamo solo con i pinoli e il rosmarino....ma comunque lo si faccia,è sempre buono e semplcissimo!!
    buona domenica!

    RispondiElimina
  15. Da meridionale come te mi aspettavo di trovare un altro tipo di castagnaccio,ma va bene anche questo e come se no????

    RispondiElimina
  16. Io lo adoro, e guardando la tua foto mi sembra venuto davvero bene!
    Complimenti per la tua voglia di imparare ancora e di metterti alla prova anche con dolci molto lontani dalla tua tradizione.

    RispondiElimina
  17. Imma stai diventando "international" bravissima, eseguito a regola d'arte e decisamente garbino!!!
    Un bacio Laura

    RispondiElimina
  18. ti faccio i complimenti sono di camaiore lucca patria del castagnaccio e devo dirti che la ricetta non e tanto giusta il castagnaccio e un piatto povero e si metteva solo il rosmarino ... pero con il benessere sono state aggiunte tutti gli altri ingredienti...la mia e soltanto una precisazione tu sei bravissima e le tue ricette sono una garanzia per natale me la insegni una super bavarese all arancia magari da fare a fette? baci tati

    RispondiElimina
  19. che bello mi incuriosice molto questa ricetta. bravissima come sempre

    RispondiElimina
  20. io non mi sono cimentata mai in questo dolce però dev' essere favoloso..!un bacio

    RispondiElimina
  21. cara mia il tuo blog è un vero attentato alla gola!!!buon w.e.

    RispondiElimina
  22. Anch'io ho postato una torta di castagne!!!
    Con il resto della farina voglio provare la tua;-)
    Baci baci

    RispondiElimina
  23. L'ho fatto ieriiii, a me non piace, dico la verità, ma qui impazziscono tutti!

    RispondiElimina
  24. Imma ho visto tutto ciò che mi ero persa causa assenteismo per malattia in famiglia, solo a guardare già mi sento meglio, potesso avere una fetta o un pezzo di tutto ciò che hai pubblicato so per certo che staremo tutti molto meglio senza antibiotici... Bacioni tanti tanti

    RispondiElimina
  25. Eh bè il cstagnaccio è un must in questa stagione, almeno da queste parti! noi lo adoriamo: con castagne e frutta secca diventa un dolce irresistibile.
    Bravissima anche questa volta.
    baci baci

    RispondiElimina
  26. Quest'anno non l'ho fatto neanche una volta, mi hai fatto venire una voglia!!!

    RispondiElimina
  27. Sicuramente buonissimo...!!!io l'ho provato qualche mese fa...la ricetta molto simile alla tua..ma nn m ha conquistata granchè il sapore...nonostante io adori le castagne..forse perchè nella ricetta che ho seguito nn era previsto lo zucchero... bò.. magari 1 giorno lo riproverò..seguendo questa ricetta...a prestoo!!

    RispondiElimina
  28. ciao! ^^
    posso chiederti un chiarimento? vorrei provare a farlo ma la quantità di latte mi sembra davvero tanta... O.o ce ne va davvero così tanto? se dimezzo tutte le dosi posso usare 1 stampo da 24cm? grazie 1000!!

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!