martedì 30 marzo 2010

PASQUA NAPOLETANA







Ragazze ho pensato di craere questo post pasquale con ricette gia presenti nel blog perche questo sarà un periodo un po caotico con tutto quello che c’è da fare quindi siccome piu o meno si mangiano sempre le stesse cose a casa mia a Pasqua ho pensato di incominciare a postare queste ricette e magari se riesco, farò un altro post piu in la con quello che ho realizzato. Giusto per darvi un idea della Pasqua napoletana, si inizia con la pastiera(che va preparata sempre un paio di giorni prima di essere mangiata)e anche delle pastieri in mono porzione da regalare a parenti e amici, poi ci sono le preparazioni salate come il casatiello e la pizza rustica che sono un classico della pasquetta accompagnati con fave e formaggi vari ed ovviamente un buon vinello campano doc….e poi tutta una serie di stuzzichini sempre ben pepati come i taralli e uova sia di cioccolato che di gallina (felice come dice Gaia)...insomma, di leggero c'è poco ma la Pasqua a Napoli è ricca di sapori importanti....nel palazzo è tutto un profumo di pastiere e casatielli....adoro questi profumi!!!!!!!!!!!


CasatielloIngredienti:500gr di farina per pizza (oppure di farina tipo 0, tagliata con un 20 per cento di manitoba)
160 gr di n'zogna (strutto)(per una preparazione piu leggera potete usare il burro ma non è la stessa cosa)
200 gr di salame tipo napoli tagliato a dadini
200 gr di pecorino fresco (o caciocavallo o auricchio) tagliato a dadini
15 gr di lievito di birra
1 tazzina di latte tiepido
1 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di sale
2 -3 uova
una presa abbondante di pepe nero macinato al momento.

Procedimento:
Sciogliere il lievito in un po' di latte tiepido. Disporre la farina a forma di Vesuvio con l'immancabile cratere al centro. Mettere nel cratere tutti gli ingredienti (tenendo da parte un po' di n'zogna) tranne i formaggi e il salame ed amalgamare il tutto. Lavorare la pasta per almeno 15 min. e mettere a lievitare in una terrina coperta da un canovaccio umido per circa 2 ore o finché la pasta non raddoppia il suo volume.Dopo la prima lievitazione lavorare di nuovo la pasta per una decina di minuti e rimetterla a lievitare nuovamente. Questo procedimento renderà il casatiello più soffice.Stendere l'impasto in *rettangolo* e spennellare di n'zogna fusa.Spolverare di pepe nero e coprire di dadini di salame e formaggio. Arrotolare ora in forma di ciambella e spennellare ancora di n'zogna. Ora, se vi piacciono le uova sode, sistemate sopra le uova crude, col guscio ben lavato, con la punta rivolta verso il centro dello stampo (altrimenti le fate sode le tagliate a fette e le unite ai salumi e formaggi ); con un po' di pasta tenuta da parte formate 12 bastoncini grossi come dei grissini, che sistemerete a croce sulle uova per fissarle alla pasta. Infine mettere in uno stampo circolare "n'zugnato", fare lievitare fino al raddoppio e cuocere in forno a 180 (meglio se statico)fino a che assume un bel colore dorato(circa 40-45 minuti)

La pastiera napoletana(per uno stampo di diametro 30)
Per la farcia:
350 gr. di grano precotto
280 ml. di latte
un cucchiaio di burro
un cucchiaio di zucchero
1 bustina di vanillina
500 gr. di ricotta di pecora
200 gr. di zucchero
5 uova
50 gr. di acqua di fior d'arancio o millefiori naturale
2 limoni
150 gr. di cedro zucca e altri canditi misti(tagliati a tocchetti piccoli se piace io non li metto)
150 gr. di zucchero a velo

Per la frolla:
500 gr. di farina
3 uova
200 gr. di zucchero
200 gr. di burro
1 limone (la buccia grattugiata)

Preparazione:
preparare la pasta frolla (meglio se il giorno prima) e lasciarla riposare fino al momento dell'uso. Mettere a cuocere, a fuoco lento, il grano con il latte,il burro e il cucchiaio di zucchero. Fare cuocere fino a che il composto non avrà assunto un aspetto cremoso. Lasciare raffreddare completamente.Mettere quindi la ricotta in una ciotola abbastanza capiente e lavorarla con un cucchiaio di legno in modo da renderla ben cremosa. Aggiungere poi i 200 gr di zucchero e lavorare ancora. Aggiungere quindi i cinque tuorli e tre albumi montati a neve ben ferma(oppure 5 uova intere), la scorza grattugiata dei limoni, l'acqua di millefiori e i canditi tagliuzzati. Unire quindi la crema di grano e mescolare ulteriormente. Stendere quindi la pasta frolla portandola ad uno spessore di tre millimetri e foderarvi una teglia bassa, unta e infarinata. Riempire con il ripieno e con la pasta rimanente formare delle strisce e disporle a griglia sul ripieno. Mettere in forno, in posizione piuttosto bassa, a circa 150 gradi per un paio di ore. Una volta cotta, farla raffreddare in forno caldo e aperto e spolverare di zucchero a velo.(oppure a 170 ventilato per 60 minuti)

Il rustico napoletanoIngredienti :
Pasta Frolla
500 gr farina tipo 00
200 gr di burro
200 gr di zucchero semolato
2 uova intere
scorza di 1 limone non trattato
Ripieno:
500 gr di ricotta fresca di pecora (o di vaccino)
200 gr di provolone semipiccante
200 gr di salame napoletano
3 uova
sale e pepe q.b.
parmigiano o pecorino q.b. (facoltativo)

Procedimento:
Per l’impasto della Pasta frolla
Su un piano da lavoro:
Mettere la farina setacciata a fontana su un piano di lavoro, tagliare a pezzetti lo strutto freddo spargendolo sopra , fare un cratere nella farina e mettere al centro le uova e lo zucchero .
Impastare velocemente e riporre in frigo almeno per un’ora (consiglio però di preparare l’impasto almeno un girono prima).

Per il Ripieno:
Tagliare il provolone e il salame a pezzettini piccolissimi.
Setacciare la ricotta in una ciotola , aggiungere le uova, il sale e il pepe e il parmigiano grattugiato.
Amalgamare il tutto aggiungendo anche il salame e il provolone semipiccante.
Prendere l’impasto della pasta frolla dal frigo, e lavorarla su un piano da lavoro leggermente infarinato
Tagliare la pasta frolla a metà e ricavarne due dischi: uno più grande dell’altro.
Prendere una teglia , imburrare ed infarinare.
Stendere il disco di pasta più grande ed arrotolare l’impasto aiutandovi con il matterello, portarlo sopra la teglia e piano srotolare .Foderare il fondo e i bordi (lasciando un pò di impasto all’esterno.Bucherellare il fondo con i rembi di una forchetta.
Versare il ripieno e livellare.
Coprire il tutto con il secondo disco di pasta frolla e sigillare i bordi formando un cordoncino.
Non bucherellare la superficie della sfoglia sopra perchè il rustico ha la caratteristica di essere ermeticamente chiuso.
Spennellare con un tuorlo leggermente sbattuto con un pò di latte.
Cuocere in forno preriscaldato per circa 50 minuti a 180°C , ( fino a che la superficie e i bordi risultino dorati

54 commenti:

  1. Quando posso venire ad assaggiare tutto questo ben di dio???!!Mamma mia Imma...sei unica!!!Un bacione pasquale!

    RispondiElimina
  2. Oh mamma mia: il rustico di ricotta.. e la pizza chiena.. e la pastiera.. e il casatiello dolce..

    RispondiElimina
  3. Mamma miaaa! Che trionfo la PAsqua a casa tua! Mi sa che vengo a farti visita per fareti gli auguri di persona! Devo assolutamente provare il casatiello. Bacioni

    RispondiElimina
  4. :-P :-P :-P mamma mia!!! ci farei pranzo cena e colazione!!!

    RispondiElimina
  5. Eccolaaaaaa...Napoli allo stato puro...l'essenza della bontà...spettacolariiii
    Imma sei una potenza...ciaooo

    RispondiElimina
  6. Se prometto che aiuto a sparecchiare posso venire???? :-))))

    RispondiElimina
  7. cio imma...mmmm mi sembra di sentire i profumi di questo spettacolo che hai postato...sai cosa mi piace di qusti piatti? l'odore che si sprigiona nel cuocerli..fantatico!!!quando li preparo si sente l'odore in tutto il palazzo e mi fa impazzire di piacere questa cosa...complimenti per come ti sono venuti
    ciao

    RispondiElimina
  8. A quanto vedo, tutte preparazioni ... leggere!!! Che bonta'...

    RispondiElimina
  9. deliziose!!! Io molti anni fa a Pasqua ho assaggiato un piatto che aveva portato una signora napoletane che avevo trovato divino, ma non ho la ricetta. Io provo a descrivertelo, se per caso la sai mi faresti un regalone!!! Era un brodo saporitissimo con dei pezzi di carne in cui c'era anche dell'uovo e del parmigiano, era come se avesse messo l'uovo a rapprendere nel brodo. Ho provato a ricrearlo ma il mi si mescola tutto insieme, mentre allora c'era sotto, nella pentola la carne con sopra il brodo con su cui sembrava galleggiare l'uovo. Mi sono spiegata male, ma non è semplice da descrivere. Grazie mille e bacioni!!!

    RispondiElimina
  10. hai fatto benissimo!
    VOGLIO assolutamente fare quel rustico! deve essere una squisitezza da leccarsi i baffi!
    grazie dell'ispirazione!

    RispondiElimina
  11. mamma mia il casatiello che buonooo... me lo faceva sempre una mia amica di Caserta.. anzi la mamma.. è una goduria per il palato... per non parlare della pastiera... copio la ricetta del casatiello..baci

    RispondiElimina
  12. una meraviglia, complimenti..

    RispondiElimina
  13. O mammina che trionfo! Qui mi sa che ti ritrovi una lunga fila alla porta! Così non avrai il problema degli avanzi ;) Un bacione superImma, complimenti :X

    RispondiElimina
  14. Favoloso questo post...con tutte queste meraviglie!!!Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. scusate se ho ripetuto!!!!!la testa....

    RispondiElimina
  16. Brava, hai fatto proprio bene a raccogliere le vostre ricette di Pasqua, così posso farmi un'idea di cosa posso scopiazzare. Il rustico mi ha già conquistata :)
    Un bacione, elena
    PS: ma tu riesci veramente a preparare tutto questo popo di roba per Pasqua?

    RispondiElimina
  17. wow quante cose buoneeee....non conoscevo il rustico... domandina: posso farlo il giorno prima?grazie!!!ciao!

    RispondiElimina
  18. Fede tutto quello che vedi è decisamente piu buono se preparato il giorno prima quindi vai tranquilla!!!!!baci

    RispondiElimina
  19. Che profumi! li sento da qui! Complimenti...e buon lavoro!!!!!
    Francesca

    RispondiElimina
  20. Imma hai fatto bene a riproporceli.. io proprio domenica ho sfornato due pastiere!!! un bacione.

    RispondiElimina
  21. Ciao Imma, è tutto buonissimo!!!...mi piacciono le ricette della tradizione!!!! poi mio marito adora il cibo napoletano, avendo lavorato 8 anni a Napoli, rimpiange sia il gradissimo cuore di voi napoletani sia, naturalmente, il cibo...ha detto che un giorno di questi mi porterà a fare un giro a Napoli...chissà quando!!!...bravissima, un bacio

    RispondiElimina
  22. bellissima questa carrellata di specialità napoletane:)))una più buona dell'altra!!!!!!!
    le preparerei tutte!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. Imma sei splendida ! riunire queste ricette è stata una bellissima idea ! un bacio

    RispondiElimina
  24. ma...non è che ci ospiti per il ponte pasquale??
    qui da te sicuramente ce ne sarà per tutti i gusti!! sei stata bravissima!!
    assaggeremmo un pezzetto per ogni cosa...che gola!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  25. Ma di' un po' con queste immagini hai deciso di farci svenire?. Mi ricordano tanto la mia amata Napoli Un bacio. Clementina

    RispondiElimina
  26. mamma quante bontà...buonissime.

    RispondiElimina
  27. My favourite recipes! Wow!!!!!

    RispondiElimina
  28. Quante cose buone!!!!
    Proverò il tuo rustico, dev'essere grandioso!!
    Baci ;)

    RispondiElimina
  29. Chi conosce questi sapori e questi profumi non può fare a meno di ammirare i tuoi piatti, specialmente se è lontano fanno venire voglia di casa, complimenti!!

    RispondiElimina
  30. imma cara non puoi sbatterci in faccia tutto questo ben di dio e poi lasciarci cosi ....quando posso venire a casa tua ad aiutarvi a mangiare tutta sta roba cosi buona?????????

    RispondiElimina
  31. Cara Imma, unica come sempre e poi da figlia di un napoletano non posso che apprezzare tutto questo ben di Dio... qui nel palazzo i profumini scarseggiano anche a Pasqua!!!

    RispondiElimina
  32. Ma grazie...che stupenda carrellata d pasqua napoletana, tutte cose meravigliose che raccontano della tua terra e tradizioni!
    ...e son sicura che le tue ricette, son sempre perfette...le foto parlano da sole!
    complimenti!

    RispondiElimina
  33. buone le tue ricette! interessante la pastiera da provare, ciao ciao

    RispondiElimina
  34. Imma da buon Napoletana che sei che possiamo dirti, ci inviti a casa tua?

    RispondiElimina
  35. Imma e che siamo troppo lontani se no ti giuro che fossero 100 i km che mi separassero da te correrei subito ad assaggiare queste meraviglie!
    Bravissima, quella pastiera é un capolavoro :))

    RispondiElimina
  36. Io non farò molto per Pasqua, una grigliata e tanto cioccoalato. Quanta gola mi fanno tutte ste meraviglie !!!
    Il casatiello non l'ho mai assaggiato ma è quello che mi fa più gola.
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  37. perchè non crei una pagina su facebook?

    RispondiElimina
  38. mhmmmmmmmmmm che delizie ,prelibatezze,squisitezze,debbo aggiungere altro???ma sei come sempre bravissima!baci e idealmente ne prendo un pezzetto di ogni tipo..posso vero???ciao

    RispondiElimina
  39. vale ovvero????nn sono brava in queste cose:-)baci

    RispondiElimina
  40. devi iscriverti con una mail e una password...e lì avrai la possibilità di inserire le stesse cose che scrivi qui ma ogni volta che aggiorni qualcosa lo vedranno tutte le tue amiche e fan!!

    RispondiElimina
  41. Tutto squisito, Imma, tutto "verace" e familiare... che bontà! Un abbraccio e a prestissimo. Deborah

    RispondiElimina
  42. Ci siamo salvati la ricetta del rustico perchè è l'unico che non abbiamo mai assaggiato e poi ci ispira moltissimo! Della pastiera non andiamo matti, ma ti confessiamo che non ne abbiamo mangiate molte e sinceramente non erano venute un granchè, si sentiva troppo l'acqua di fiori d'arancio, ma davvero troppo!
    Un baciotto da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  43. Ciao tesoro che meraviglie..sono sempre rimasta affascinata dalla pastiera e dal casatiello in particolare, oramai la pastiera l' ho fatta mia oggi l' ho preparata di nuovo ahah..è troppo buonaaa!!!Il casiatello mi manca, vorrei provare per pasquetta..già ti dico che se lo farò prendo in prestito la tua ricetta ahah..!!!Comunque cara per il tuo contest sto già mettendo in moto il mio cervellino, la cheesecake salata mi manca non ho mai provato ma devo dire che ho già qualche idea..di sicuro non mancherò di contribuire al tuo bellissimo contest!!!
    Grazie per questo post aspettiamo gli aggiornamenti allora e nel frattempo buon lavoro :D!!!Un bacione grande

    RispondiElimina
  44. GRANDE IMMAAAAAAA!!!!!!!applausi a scena aperta!!!!!......tra un paio di giorni nei nostri vicoli sarà solo profumo di millefiori.......senti a tal proposito,hai mai provato a cuocere il grano da te???...fallo che la pastiera assume un gusto inarrivabile!!se vuoi ho messo il procedimento su Gibon,nell'ABC della cuoca!!!ciaooooo
    Sibilla

    RispondiElimina
  45. Complimenti.
    Très belle réalisation.
    Magnifique.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  46. Tutto bello e molto buono... ma quel rustico e straordinario!!!!
    Lo devo rifare!!
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  47. Adoro la cucina napoletana! Questa raccolta mi sembra proprio ideale per questo periodo! Bravissima Imma! Tanti auguri di Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  48. ciao imma e tantissimi complimenti per queste deliziose ricette pasquali...quasi quasi un salto a napoli...ti faccio con anticipo tanti auguri di buona pasqua! ciao ciao

    RispondiElimina
  49. Imma il casatiello!!!
    Qui c'è un panificio in cui lo trovo...mamma mia quant'è buono!!!
    E la pastiera na delizia infinita!
    Che bello immagino che festa di profumi e sapori lì da te...
    bacioni cari ^_^

    RispondiElimina
  50. Cara Imma, complimenti per le magnifiche e sicuramente saporitissime tue preparazioni, ma devo farti un "appuntino":
    la nostra tradizone dolciaria, ovvero quella napoletana, non prevede l'uso della ricotta di pecora,squisitissima sicuramente ma cambia totalmente il sapore della pastiera che così è sempre buona, ma non è pastiera!
    Ti consiglio inoltre, con sincera modestia, di far cuocere la pastiera un po' di più, il colore del ripieno in superficie deve essere scuro ma bronzato come un chicco di caffè,altrimenti resta umida e devi consumarla in breve tempo. Scusa se mi sono permessa, ma casa mia durante le feste si è sempre trasformata in una piccola pasticceria, la famiglia è grande e per fortuna le nonnine ci hanno lasciato una bella eredità di sapori e profumi che cerchiamo a nostra volta di tramandare, per questo tengo molto a che si rispetti la tradizione! Comunque tanti complimenti e auguri di Buona Pasqua!
    Serena

    RispondiElimina
  51. Tutto bellissimo!!! Sei riuscita a rendere appieno l'idea del nostro pranzo pasquale ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  52. Imma, che felicità...
    Grazie di cuore!
    Quante belle ricettine!!
    Sono felicissima, le ricette di Roma non sono uguali a quelle napoletane e devo dire che siete, dei fenomeni!
    Grazieeeee
    Un Bacione e Buona Pasqua!
    Elisa

    RispondiElimina
  53. Ho appena infornato la tua pastiera! Ho solo dimezzato le dosi perchè ho usato una teglia più piccola.. adesso non mi resta che aspettare! Complimenti per il tuo blog! E auguri di buona Pasqua!! ;)

    ps: ma se la lascio due ore in forno non rischia di bruciarsi la frolla?

    RispondiElimina
  54. ciao...complimenti per tutto sei bravissima e questi rustici sono fantastici...ma nella ricetta dell impasto del casatiello non si mette neanche un po d acqua???

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!