martedì 6 aprile 2010

IL CASATIELLO NAPOLETANO



Ed eccoci di ritorno dopo giorni dedicati al cibo nelle piu svariate declinazioni, carichi di uova, colombe e tutto quello che ancora è avanzato e si continuerà a mangiare in questi giorni!! Quello che vi presento oggi è il re dei banchetti pasquali e delle famose scampagnate di pasquetta , il Casatiello. Come vedete è un involucro di pasta pane dove lo strutto i salumi i formaggi e le uova la fanno da padrone. Di solito si accompagna con le fave, altri salumi, come la salsiccia forte, il capocollo, ma anche la ricotta salata e insalate fresche. Il casatiello appartiene alla famiglia delle torte pasquali salate campane così come il tortano(la torta pasquale dolce più famosa è certamente la pastiera). Il termine casatiello deriva da “caso”, che in dialetto napoletano vuol dire formaggio, e allude alla cospicua presenza al suo interno di formaggio pecorino, parmigiano provolone…. Insomma io mangerei il casatiello tutto l’anno perche è decisamente buono!!!!
P.s. io le uova preferisco metterle all’interno insieme ai formaggi e salumi pero nella tradizione andrebbero messe crude sull’impasto e chiuse con la pasta a mo di croce.

Casatiello
(per 2 stampi a ciambella di 22 e 24 di diametro)

Per la pasta
1 kg di farina(io l’ho suddivisa cosi: 500 g di farina 0, 300 g di farina 00 e 200 di manitoba)
2 cubetti di lievito sciolti in 150 g di latte tiepido
400 g ml acqua
100 g di sugna(o strutto)
1 cucchiaio di sale
pepe
2 cucchini di zucchero rasi
100 g di pecorino grattugiato
100 g di parmigiano grattugiato

Per la farcitura
800 g di roba mista ovvero, mortadella,salame napoletano ,provolone piccante, emmenthal, fontina ecc. tutto tagliato a dadini
4 uova sode
Stemperare il lievito nel latte tiepido insieme a 2 cucchiaini di zucchero rasi . Disponete la farina a fontana con il parmigiano e il pecorino grattugiati, ponetevi al centro lo strutto, il sale, il pepe, il lievito sciolto nel latte , e aiutandovi l’acqua tiepida, mescolate tutto fino a ottenere una pasta morbida che lavorerete con forza per una diecina di minuti battendola sul tavolo. A questo punto dividete l’impasto in 2, stendete ogni pezzo d’impasto con un mattarello o con le mani creando un rettangolo (piu lungo che largo), disponete su tutta la superficie, uniformemente, il ripieno, e arrotolate con delicatezza la pasta, il più strettamente possibile. Ungete di strutto i ruoti (uno stampo largo col buco centrale); disponetevi i rotoli di pasta a ciambella, unendone bene le estremità, con le mani ungeteli con lo strutto e metteteli a crescere in luogo tiepido coprendoli con un panno per almeno 2-3 ore. Quando il casatiello sarà lievitato fino in superficie,infornatelo a forno già riscaldato a 160° per i primi 10 minuti poi a 170°-180° per un'ora di cottura complessiva.
P.s. Io utilizzo il forno ventilato cosi da poterne cuocere 2 contemporaneamente.

44 commenti:

  1. Ecco, questo e' un piatto della tradizione napoletana che non ho mai assaggiato, ma vederlo...eccome se mi piacerebbe!!!
    Un bacione Imma e...stai molto bene nella nuova foto del profilo :-*

    RispondiElimina
  2. ciao stefy e si ogni tanto bisogna cambiare:-)nell'altra ero tutta in ghingheri per il matrimonio di mio fratello ma nella relta sono cosi molto semplice e con i miei occhialini sempre a portata di mano:-)bacioni

    RispondiElimina
  3. Che buono il casatiello!!! sei la mia fonte per le ricette doc partenopee!:)
    imbattibile mia cara!
    bella la nuova foto!:) bel sorriso!

    RispondiElimina
  4. Buondì splendida femme! ^_^
    Non ero al corrente dell'accostamento alle fave...IO quel casatiello lì, tutto da sola me lo pappoooo!!!
    Mamma mia Imma è troooppo buono!
    E tu troppo bellilla in questa nuova fotina!
    Bacioni tesò!

    RispondiElimina
  5. Si!!!Il casatiello!!!!
    BravissimaBravissimaBravissima!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Complimenti è buonissima!

    RispondiElimina
  7. Non l'ho mai assaggiato ma è moooolto invitante, un pezzetto lo mangerei volentieri....brava Imma!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Imma... ma sembri una ragazzina sulla nuova foto! Buono il tuo casatiello, non l'ho mai assaggiato ma dev'essere una bontà!

    RispondiElimina
  9. Ciao Imma,bella con i tuoi occhialini,anche io li porto sempre..ahahaha come farei senza...il tuo casatiello,che non ho mai assaggiato ,mi mette tanta cuoriosita'..brava e segno la ricetta nel caso voglia stupire con una ricetta tutta napoletana..brava!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Imma!! come sono andate le feste?
    Buonissimo ed immancabile questo casatiello..noi ci siamo ripromesse di provarlo..ma dopo Pasqua!!
    un bacione

    RispondiElimina
  11. Se già quel casatiello è delizioso di suo, col "cappellino" di fave e fiori è una meraviglia a tutto tondo...profuma di primavera! Solare come la tua nuova foto, stai davvero bene. Un bacio grande

    RispondiElimina
  12. Anche tu con gli occhiali!! ti stanno benissimo, a me un po' meno visto che sono una specie di talpa :)
    Altra bellissima ricetta della tradizione napoletana da segnarsi!!!

    RispondiElimina
  13. Ne ho sentito spesso parlare da una coppia di amici napoletani ma non ho ancora avuto la fortuna di assaggiarlo! anche se Pasqua è passata lo voglio provare domenica prossima! un bacione.

    RispondiElimina
  14. Avevo sempre visto quello con le uova all'esterno, con tanto di guscio, la tua versione mi piace anche di più!

    RispondiElimina
  15. che goduria Imma....complimenti per le foto.

    RispondiElimina
  16. Ecco il mitico casatiello! L'hai ben farcito eh!? E' così buono che non lo si fa solo a Pasqua, vero? Baci.

    RispondiElimina
  17. Mamma miaaaaa il casatiello!! Nonostante io sia di Roma.. non è mancato nè il sabato sera allo sciogli-digiuno dopo lo scioglimento delle campane.. nè al pranzo pasquale!!! Ti dico solo che tra questo.. la pastiera.. e la torta al formaggio.. il mio organismo grida vendetta (son intollerante al alttosio.. ma me ne son fegata! ahahah)Bellissimo il tuo castello!! Brava come sempre!!! Un bacione e buona giornata :-D

    RispondiElimina
  18. mia sorella lo fa come te, con la ricetta della suocera, perchè mio cognato ha nostalgia di casa...ma ce lo mangiamo anche noi...è buonissimo!
    Francesca

    RispondiElimina
  19. Ha un aspetto divino e molto invitante, è da tantissimo tempo che medito di farne uno (non necessariamente per Pasqua concordo con te) e quando sarà il momento so già dove venire a cercare la ricetta! Grazie Imma, un abbraccio.

    RispondiElimina
  20. Uèèèèèè ma qui non si scherzaaaa! Il casatiello, che bomba di bontà! L'ho assaggiato solo una volta ma mi ricordo che era una cosa eccezionale, divina. E' bellissimo poi Imma, mi sa che è durato un quarto d'ora e poi non ne è rimasta nemmeno una briciolina. Un bacione grande, Chiaretta

    RispondiElimina
  21. eeeehhh che voglia di dargli un morso! qui sono le 13.33 e i miei colleghi ancora non si sono alzati per andare a pranzo!

    RispondiElimina
  22. Buonissimo!!
    Complimenti per la tua nuova foto...sei bellissima!! :)

    RispondiElimina
  23. ..che buono il casatiello, che voglia di assaggiarne una fettazza!!!
    Complimenti cara, anche per la tua bella e nuova foto!

    RispondiElimina
  24. ciaooooooooooooooo!!! ammazza che bomba di bontà! complimenti come sempre!! Buona settimana! ciao!

    RispondiElimina
  25. Mamma che bontà Imma! Deve avere un sapore divino!!! Lo proverò senza dubbio!!! Grazie per la ricetta!!!

    RispondiElimina
  26. non conoscevo questa ricetta e non l'ho mai assaggiato...mi sa che mi sono persa una delizia!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  27. Casatiello e fave... che meraviglia! Bella ricetta, Imma. E bella la nuova foto, molto "professionale... Complimenti! A presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  28. Ciao cara, delizioso il casatiello mi piace particolarmente anche se io non l ho mai fatto..quest' anno come ti avevo detto volevo provarci ma non c'è stato il tempo..tanto per queste delizie tutti i giorni è festa ahah!!!Bravissima..
    un bacione

    RispondiElimina
  29. evvai con i piatti della tradizione!!! brava Imma!

    RispondiElimina
  30. Wow!!!Che bontà!!! è molto bello e gustoso! Bravissima!

    RispondiElimina
  31. squisito da leccarsi il piatto...
    si può??

    che carino il tuo blog...
    ti lascio il mio nuovo indirizzo
    http://unpodibricioleincucina.blogspot.com/
    se ti và passa a trovarmi.. ^_^
    mercy

    RispondiElimina
  32. Sarò ingorda, ma, malgrado in questi giorni abbia ruminato di tutto di più, io un bel morso al tuo splendido casatiello lo darei volentieri.Carinissima la tua nuova foto,ti abbraccio,Roby

    RispondiElimina
  33. Gustoso e stuzzicante, un piatto che ho conosciuto da poco e che mi piacerebbe assaggiare...strepitoso il tuo!!Un bacione

    RispondiElimina
  34. Il tuo non è un semplice casatiello, è uno spettacolo di casatiello! Caso in napoletano significa formaggio? Influenza spagnola, vero?
    Il ripieno è il massimo, a parte la mortadella che in casa piace solo a Luca, il resto è da svenimento! Con la provola sfondi una nostra debolezza, troppo buona! E che dire della foto? Ci piace un sacco!
    Bacissimi da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  35. è proprio l'impero dei sensi!! dopo tutto quello che mi sono mangiata in questi giorni, sei riuscita lo stesso ad ingolosirmi!!

    RispondiElimina
  36. Imparo sempre dei piatti della tipica cucina italiana, non lo avevo mai visto un casatiello, però mi piace molto sia la foto che la ricetta

    RispondiElimina
  37. adoro il casatiello! è veramente troppo buono!
    un bacio
    Giulia

    RispondiElimina
  38. Ciao!! Ho appena pubblicato il PDF "Tea recipes"!! Passa dalla mia cucina per poterlo scaricare gratuitamente!!
    Ma non finisce qui!! Il signore del tè ha in serbo una piccola sorpresa per le partecipanti!!!
    Bacio!!

    RispondiElimina
  39. Il mio preferitooooo!!
    Fantastico, golosissimo!
    Che carina che sei in questa foto.
    Elisa

    RispondiElimina
  40. Imma, è una ricetta per il lusso. Sembra formidabile, fiducioso che questa molto ricca. Io amo la vostra presentazione.
    Besos

    RispondiElimina
  41. Ecco, io non lo conoscevo ma farei volentieri le presentazioni!Fantastico e troppo appetitoso!
    Che foto! ;-)

    RispondiElimina
  42. ciao Imma,
    Mi chiamo Manuela ho 33 anni, sono di Napoli, ma vivo a Milano da 11anni!!! Seguo il tuo blog da tanto tempo e devo farti i miei complimenti sei veramente numberone.
    Volevo dei consigli sulla tua ricetta del casatiello napoletano: quando parli di usare 1 kg di farina fai questa suddivisione : 500 gr farina 0 , 300 gr farina 00, 200 gr farina manitoba.
    Io in genere uso la farina 00 quella comune di qualsiasi marca e la farina manitoba 0 Il molino chiavazza.
    a questo punto mi chiedo ma la farina 0 che scrivi tu quale è ???
    la farina manitoba che usi è 0 come la mia???
    scusami ma non ci sto capendo niente, dammi una mano!!!!
    grazie 1000
    manuela

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!