giovedì 6 settembre 2012

Pashka del “Signor Però”

cupola
Ceramiche Wald

Vi ricordate del Signor Però?? Forse le ragazze che mi seguono da poco non sanno chi è mentre le fedelissime sicuramente lo ricorderanno!
Dovete sapere che il Signor Però ovvero Ernesto, mio marito, molto spesso quando assaggia un mio piatto che sia dolce oppure salato esordisce sempre con questa frase: “ buono, però….”insomma c’è sempre un però!
All’ennesimo però, gli ho proposto di invertire i ruoli ovvero di realizzare tutto da solo e per la prima volta un dolce (vabbè non proprio tutto tutto ma con la mia supervisione) ed io a far da giudice questa volta!
Dopo aver visionato i miei tanti libri di pasticceria la sua scelta è caduta su di una sua personalissima versione del pashka un dolce di ricotta (ingrediente che lui adora in pasticceria) con bucce di arancia candite, scagliette di cioccolato e granella di nocciole.

Il pashka è un dolce pasquale russo, molto ricco e goloso che il Signore Però ha rielaborato secondo i suoi gusti! Che dire un vero successo… mi ha stupito!
Una volta assaggiato non ho potuto che complimentarmi con lui sia per la realizzazione che per la presentazione infatti questo dolce che ammetto non conoscevo e non avevo mai provato è stato una rivelazione e credo proprio che visto il successo, ci sarà di sicuro un seguito a questa prima proposta magari lo farò lanciare anche sul salato e se si confermerà, potrei anche pensare di aprire una rubrica tutta per lui…voi che ne dite, merita questo spazio?

P.S. Ho contribuito alla realizzazione di questo dolce solo per quanto riguarda la pastorizzazione tecnica che lui non conosceva e alla realizzazione delle foto:-)!

cupola2

Pashka del “Signor Però”
Ingredienti
Per uno zuccotto di 18 cm°
½ Kg di ricotta
2 tuorli di uova
50 g di burro
80 g di zucchero semolato + 4 cucchiai di acqua (per la pastorizzazione delle uova)
50 g di scorza d'arancia candita
1 baccello di vaniglia
100 g di cioccolato fondete in scaglie
20 g di granella di nocciole

cupola4

Lascia ammorbidire il burro a temperatura ambiente, fino ad ottenere una crema morbida e metti da parte. Versa lo zucchero e l’acqua in un pentolino e cuocere lo zucchero con fino a farlo diventare uno sciroppo. A questo punto versare lo sciroppo a filo sui tuorli raccolti in una ciotola e montali con la frusta elettrica, continuando a lavorarli finche’ il composto sarà diventato freddo e gonfio. Incidi il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, raschia la polpa con i semini con un coltellino affilato e incorporala al composto, mescolando bene.

Incorpora al burro la ricotta e amalgama bene fino ad ottenere una crema omogenea e unisci alle uova. Aggiungi l'arancia candita tagliata a pezzettini, il cioccolato e la granella di nocciole. Fodera con una garza oppure con uno strofinaccio di lino pulitissimo uno stampo di forma conica o tronco-conica e versaci il composto, pressandolo bene, in modo che sia ben compattato. Ricopri con i lembi dello strofinaccio lo stampo, poggia un piattino sopra e un peso(va benissimo una lattina di pelati). Trasferiscilo nel frigorifero e lascialo riposare per circa 12 ore, poi sformalo su un piatto. Decora il dolce, disponendo i canditi misti in modo da creare motivi a piacere e servilo fresco.

P.S. Per arricchirlo, potete accompagnarlo con una salsa alla nocciola o cioccolato.

67 commenti:

  1. hai capito il maritino..... anche al mio non comoda mai niente....l :-S non amo i canditi, ma a parte quelli questo dolce è da leccarsi i baffi!

    RispondiElimina
  2. Che bravo !!!! Si merita la rubrica:) anche a me la ricotta piace un sacco nei dolci:) per cui questo e' da provare anche se non sono russa;)
    Baci

    RispondiElimina
  3. e bravo lui!! ;)
    dolce stupendo come sempre mia cara ma ormai che te lo dico a fà! ;)
    bacio gigante!

    RispondiElimina
  4. An'vedi il "signor però"!!! Bimba attenta allo scettro in cucina che potrebbe esserci una mina vagante :)) Perfetta realizzazione e scelta sublime. Ma con un'insegnate come te non poteva essere altrimenti. Un bacione, TVBBBBBBBBBBBBBB

    RispondiElimina
  5. Ma che bravo è favolosa ,stanno diventando bravi questi mariti ^_*
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Complimenti al Signor Però, davvero un bellissimo dolce!! D'altronde con un insegnante come te...non poteva essere da meno! ;) buona giornata cara

    RispondiElimina
  7. ma che buonoooo, vabbè dai porta pazienza con il marito. ce n'è di peggio. mio padre, ad esempio, non mangia quasi nulla (pomodori freschi, zucchine, melanzane, pasta sfoglia, pasta al forno con besciamella)... gradisce solo quello che cucinava sua madre perugina.

    RispondiElimina
  8. e bravo il signor però... Il mio invece dice "se proprio devo trovare un difetto...", e il mio pensiero è "ma devi proprio?"

    RispondiElimina
  9. Ma che bravo!!
    Mio marito prende molto sul serio il ruolo dell'assaggiatore, ma non si metterebbe mai a fare un dolce da solo!!
    Quando per un certo periodo abitava lontano e io lo rifornivo ogni settimana con i pasti già pronti e congelati, era diventato bravissimo a scaldare però, che come scaldava lui non scaldava nessuno !!! :-))

    RispondiElimina
  10. ah pero' ! il Sig.Pero' è stATO BRAVISSIMO IMMAGINO LA SODDISFAZIONE ! :))))

    RispondiElimina
  11. Questa torta ha un'aspetto fantastico e credo un gusto non da meno!
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  12. e' davvero uno spettacolo ma non ho capito quando si inserisce il burro

    RispondiElimina
  13. direi proprio che lo merita questo spazio.. il signor però è stato bravissimo!!

    RispondiElimina
  14. Cara Imma, scusa se te lo dico... ma se a casa tua c'è il signor però, a casa di tanta gente che ci deve stare?!?!?!?!?!? Direi che però si è impegnato ehehheeh BAciiii

    RispondiElimina
  15. Direi che e' stato molto bravo, ma certo e' fortunato ad avere una maestra come te ;-)

    RispondiElimina
  16. Tuo marito è decisamente un uomo da sposare... peccato che arrivo tardi!!!

    RispondiElimina
  17. Bravissimo il signor Però :) questo dolce è una meraviglia carissima!

    RispondiElimina
  18. Complimenti al signor Però, se l'è cavata egregiamente! :-)
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  19. Devi dire al tuo signor Però che è stato bravissimo...merita una sua rubrica.
    Un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  20. Ah però! Mica male il Signor Però....

    RispondiElimina
  21. Ma che bravo il Signor Però!!!!
    Bellissima e utile l'idea della rubrica al maschile!! Chissà!!! ...seguendo il tuo, anche il mio potrebbe imparare a cucinare!!! :)
    Un bacione tesoro e complimenti a tutti e due!!!!!

    RispondiElimina
  22. non sapevo questa cosa del signor però..simpaticissima e mi ci ritrovo moltissimo visto che anche i miei ...fidanzato papà sono esattamente uguali! dovrò proporglielo anch eio :)

    RispondiElimina
  23. Beh ma il signo però è stato proprio bravo! Hai capitoooo! :D :D Complimenti e complimenti anche a te per la supervisione ;) Anche io adoro la ricotta nei dolci e quindi voglio proprio provarlo questo Pashka! Delizioso! :) Un bacione, Imma, buona giornata!

    RispondiElimina
  24. eh ...Però...lo merita davvero uno spazio tutto suo!!! e che delizia ha preparato...anche se con la tua supervisione!!!
    bacioni e buona giornata

    RispondiElimina
  25. Complimenti a tuo marito, questo dolce sembra delizioso...anche mio marito adora la ricotta nei dolci, potrei metterlo alla prova anch'io!!!

    RispondiElimina
  26. Però!!!!!!! il maritino vuol rubarti la scena!!! ma è stato bravissimo caspiterina!!!! sai che Riccardo tutto è bravo a cucinare tranne che i dolci??? sei fortunata quindi dai! ;-) hihihihihihhi dai dai fallo cimentare in altre preparazioni... baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  27. Insomma i complimenti questa volta se li bella tutti l'Ernesto ho capito :-)))))).
    Grande!!! Ma non poteva essere altrimenti con una moglie così! Baciiiii

    RispondiElimina
  28. complimenti al Sig. Però....
    però... ;-)
    con una "mestra" come te in casa come si fa a non imparare così bene!!
    bacioni tesoroooooooooo

    RispondiElimina
  29. complimenti al Sig. Però....
    però... ;-)
    con una "mestra" come te in casa come si fa a non imparare così bene!!
    bacioni tesoroooooooooo

    RispondiElimina
  30. complimentissimi al marito, si merita eccome lo spazio, con una maestra come te il risultato è garantito!^_^ baci

    RispondiElimina
  31. Ahahahahahahahahahahah non so perchè il signor Però assomiglia tanto tanto ad un altro signore che ho in casa io ahahahahahahahah
    Complimenti un bel dolce e sicuramente godurioso

    RispondiElimina
  32. Simpatica la descrizione del ...signor però
    ne abbiamo alcuni di signor... anche dalle mie parti
    baci ciao

    RispondiElimina
  33. Apperò...il signor Però...che bel dolce ha tirato fuori dal cilindro! Oltretutto mi piace questa ricetta: un dolce russo che proprio non conoscevo e vista la mia passione per la ricotta...non mi resta che provarlo! Un abbraccio e complimenti al signor Però e alla nostra Imma :-)
    simo

    RispondiElimina
  34. Davvero interessante! non conoscevo questo dolce e devo dire che mi piacerebbe provare a rifarlo, sono curiosa di sentirne la consistenza.
    bravissima come sempre
    a presto
    Ale

    RispondiElimina
  35. Che sei brava ,inutile ripeterlo,meriteresti piu' attenzioni dai media,a volte la cecita' ti fa andare in un solo senso;scusami per questo,ma lo tenevo sullo stomaco,pubblicalo fallo vedere a chi è diretto.Bacioni,Lisa.

    RispondiElimina
  36. ps: per come comprare il dominio.. t'ho risposto da me .-) bacioni

    RispondiElimina
  37. Bhè complimenti al maritino..e poi mi avete dato un ottimo spunto per finire dei benedetti canditi che stazionano da un pò in dispensa. Un bacio e brava come sempre

    RispondiElimina
  38. bravi tutti e due e una fettozza a me??:-)brava!

    RispondiElimina
  39. peòr!!! Ernesto è stato davero bravo! anche io amo la ricotta eni dolci e quetso non lo conoscevo, segno!

    RispondiElimina
  40. Che ridere questo post!! Bellissimo e buonissimo dolce, complimenti al marito!

    RispondiElimina
  41. Ciao Cara,
    Punto 1°; io non farei mai far entrare il mio compagno in cucina.. Lui fa solo, e dico solo, casino...
    Punto 2°: ma il Sig. Però ha scelto un dolce non facilissimo, segno che ne capisce qualcosa di cucina....
    Punto 3°: sei stata troppo brava con il tuo giudizio....
    Ma é bellissimo, prendo appunti della ricetta.
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  42. WOW WOW WOW al tuo signor Pero!!! Ma quanta bella fantasia sai metterci nelle tue iniziative!!!AAA HA! Adesso
    potrai sederti e lasciarti servire dal maritino!Che soddisfazione!!! Si si, si merita una bella rubrica!!!
    Saluti e bacioni a voi due!!!

    RispondiElimina
  43. be complimenti a tutti e due allora!!!

    RispondiElimina
  44. Mi piaceeeeeeeeeee!!! Adoro la ricotta, le scorze d'arancia e il cioccolato e poi è gluten free...una M E R A V I G L I A!!! Grazie tesorino!!!
    Un abbraccio!!!
    Ema

    RispondiElimina
  45. pero', il signor Pero' ci ha proprio azzeccato. Complimenti per il marito Imma!

    RispondiElimina
  46. Imma direi che possiamo promuovere Ernesto,tu che dici? E' stato proprio bravo! :D

    Delizioso!!!!!!

    RispondiElimina
  47. Eccerto che mi ricordo del signor però, anzi era parecchio che non lo nominavi più!!!
    COmplimenti a tuo marito, un dolce che deve essere una vera bontà!
    Alla prossima allora!!!

    RispondiElimina
  48. Beh vista questa realizzazione penso che Mr Però (dopo Mr. 50 sfumatura, arriva Mr. Però...) la rubrichetta se la sia già meritata....
    Braci&Abbracci

    RispondiElimina
  49. Ma brava Imma che metti al lavoro il signor però....beh è bellissima e buonissima....gnammy! bravo il maritino! buona giornata

    RispondiElimina
  50. i canditi non li amo.. ma tolgo quelli e.. via con tutto il resto!!!
    complimenti al signor "però".. conosco il tipo ;-)! baciotti

    RispondiElimina
  51. non amo troppo la ricotta ma il risultato è bellissimo e goloso!

    RispondiElimina
  52. ambhe! mio marito dice sempre: nella vita c'è sempre un PERO'!! perciò cara Imma rassegnati :) anzi.. consolati con questo dolce delizioso

    RispondiElimina
  53. ...la rivincita del Signor Però...ma quanto è stato bravo, proprio degno marito tuo!
    Un abbraccio tesò!
    Ti ho scritto una mail...bacio!

    RispondiElimina
  54. Un dolce favoloso!! Complimenti al marito e complimenti alla maestra .
    Buon pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
  55. Eccheccavoli il tuo signor Però...non è che me lo presteresti qualche volta per fare qualche dolcetto? mi sembra che se la cavi benino ;-)
    Non conoscevo questo dolce, sembra delizioso. Così sul momento avrei detto che era tipo una cassata.

    RispondiElimina
  56. Ma che bontà...ma dai anche io ho un Signor Però in casa....saranno mica fratelli? Questo dolce è divino adoro la ricotta con arance e cioccolato...mi viene in mente la cassata...Sei bravissima, sono passata di qui per una sbirciatina ma da oggi non ti libererai più di me!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
  57. ricotta? Arrivooooooo! La adoro...Buon we cara Imma, un bacione....

    RispondiElimina
  58. Però...che bravo il Signor Però, a praticar la pasticcera...è diventato pasticcere anche lui...molto interessante questa ricetta sicuramente la farai diventare ancora più golosa...complimenti a voi...

    RispondiElimina
  59. Adoro i dolci con la ricotta e questo è davvero invitante,complimenti anche a tuo marito, promette bene! Ciao Paola

    RispondiElimina
  60. caspita il signor però.. ha scelto proprio bene, anche io adoro la ricotta nei dolci!! dev'essere un dono di famiglia quello per la pasticceria.. bravi!!!

    RispondiElimina
  61. Ciao! insomma, tuo marito ormai dovrebbe aver imparato che con i dolci tu non hai pari nè sfide invincibili ;)
    Questo zuccotto di ricotta ed arancia candita dev'essere davvero buonissimo! e perfetta la tua presentazione!
    un bacione

    RispondiElimina
  62. ...scua, ma un altro signor Però esiste ancora? no, perché se fa i dolci così lo prenoto subito! Che meraviglia ragazza, un dolce russo ma gli abbinamenti sono tutti siciliani, mi ricorda i cannoli :)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  63. Complimenti a marito e moglie,praticamente coppia perfetta che si completa nella realizzazione di un magnifico dolce,di certo anche nella vita.....e poi che foto fantastiche,sei davvero molto brava!

    RispondiElimina
  64. concordo con tutti,ciao Jesica

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!