giovedì 29 marzo 2018

casatiello dolce con gocce di cioccolato


La Pasqua ormai è vicina ed è tempo almeno qui in campania di
 preparare la pastiera, il casatiello ma anche  il casatiello 
dolce o tortano dolce. E’ una ricetta della tradizione, 
che si tramanda normalmente di famiglia in famiglia, 
ognuna con i propri segreti e procedimenti. 
Rispetto al casatiello salato ha una preparazione 
molto più lunga ed elaborata, una lievitazione 
che può durare giorni, grazie all’utilizzo del “criscito” 
che in dialetto napoletano non è altro che il lievito madre.
 L’impasto veniva impastato a mano e con vigore 
dalle donne di casa, poi veniva messo
nei “ruoti” alti e
 posto al calduccio con le coperte di lana per permettere
al casatiello di lievitare lentamente lontano da spifferi.
La ricetta che invece vi propongo è quella 
da realizzare “senza criscito” 
 e “senza strutto”, con l'aggiunta
delle gocce di cioccolato.
Un casatiello
con lievito di birra che
verrà comunque  con una consistenza morbida
 e profumata e decisamente speciale 
da inzuppare nel latte la mattina di Pasqua per una
colazione davvero paradisiaca.
Casatiello dolce
Ingredienti

per uno stampo di 18 cm alto 10/11
Per la biga
50 grammi di farina 00
40 ml di latte tiepido
12,5 grammi di lievito di birra fresco
oppure 6 grammi secco
Per l’impasto
250 grammi di farina Manitoba
200 grammi di farina 00
4 uova di media grandezza
125 grammi di zucchero semolato
50 ml di latte
70 grammi di burro morbido
liquore Strega ( 2 cucchiai)
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
la buccia grattugiata di mezza arancia
100 g di gocce di cioccolato
Per la Glassa
50 grammi di albume
125 grammi di zucchero a velo
succo di limone
Per decorare
Confettini colorati
Ovetti di cioccolato
Procedimento
Per la biga
In una ciotola sciogliere il lievito di birra nel latte,
unire la farina e mescolare con un cucchiaio,
coprire la biga con la pellicola e farla riposare
fino al raddoppio di volume, ci vorrà circa 1 oretta,
 potete aiutarvi mettendola nel forno spento con la luca accesa.
Per l’impasto
Nella planetaria versare le due farine, lo zucchero,
 la buccia di arancia, la vaniglia il liquore
 e la biga, iniziare a far lavorare la macchina, e poco per
 volta unire anche le uova leggermente
 sbattute, il latte.
Quando le uova saranno ben incorporate unire il burro.
Far lavorare la planetaria per circa 15/20 minuti
fin quando l’impasto sarà incordato e
si staccherà dalle pareti del cestello.
Trasferire l’impasto in una ciotola e farlo lievitare
 fino al raddoppio di volume in forno spento con la luce accesa,
a me ci sono volute 1 ora.
Quando l’impasto sarà ben lievitato
scaravoltate l'impasto su di una spianatoia e allargatelo
leggermente con le mani; inserite le gocce di cioccolato
e ricompattate l'impasto cercando di far
penetrare tutte le gocce nell'impasto.
quindi  trasferirlo in uno stampo a cerniera foderato
con carta forno e lasciarlo lievitare sempre in forno spento,
con la luce accesa fino a quando non arriverà  ad un cm dal bordo.
Cuocere il casatiello in forno statico,
preriscaldato a 170° per circa 45/50 minuti,
per tempi e temperature regolarsi sempre con i propri forni.
Quando sarà cotto lasciarlo raffreddare
benissimo prima di toglierlo dallo stampo.
Per la glassa
In una ciotola mescolare lo zucchero a velo con gli albumi
ed il limone in modo da ottenere un composto fluido e liscio.
Mettere il casatiello su una gratella e ricoprirlo con la glassa,
aggiungere i confettini colorati gli ovetti e
lasciare che la glassa si rapprenda.


9 commenti:

  1. Oh mamma che meraviglia!!! Una vera gioia x gli occhi e sicuramente anche x il palato!
    Complimenti Imma :-)

    RispondiElimina
  2. che bello,affiorano i ricordi dell'infanzia quando in questi giorni mia nonna ci dava fette di questo dolce ricoperto da quella golosa glassa,inconfondiile,un abbraccio cara,grazie

    RispondiElimina
  3. stupenda visione... non l'ho mai assaggiato quindi non ho idea di quale bontà mi sia persa, qui da me non ci sono pasticcerie napoletane (e meno male!!! altrimenti sarei sempre li dentro...) quindi proprio non si trova, mi tocca venire a Napoli vero? (magari!!! quanto mi piacerebbe!) tu sei la maestra di sempre :-)
    Oggi ho postato la pastiera e ti ho citata, spero non ti dispiaccia :-) buona Pasqua tesoro! bacioni grandi

    RispondiElimina
  4. E' meraviglioso Imma! Sei bravissima!
    Un abbraccio amica e...Buona pasqua a te e a chi ami <3

    RispondiElimina
  5. Mamma mia quanto è bello!!! davvero complimenti perchè è una vera meraviglia

    RispondiElimina
  6. Cara Imma, non ho parole per dire! Quanto è bello, e immagino pure buono.
    Ciao e buona settimana santa con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Un casatiello in versione dolce.. ma che bontà!!!!! Ti faccio tantissimi auguri per una serena Pasqua!!! :-**

    RispondiElimina
  8. Che spettacolo Imma, dev'essere una delizia, io non ho mai avuto il piacere di assaggiarlo! Felice Pasqua, un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia Imma, le ricette della tradizione sono sempre stupende e quelle delle feste ancora di più. Bravissima come sempre. Ti faccio tantissimi auguri di serena Pasqua, un abbraccio, a presto

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!