mercoledì 14 dicembre 2011

Boeuf Bourguignon

bouef1
beuf2
Pentola in ghisa Le Creuset-Piatto Villadeste Home

Volevo preparare questa stufato da una vita ma i tempi di cottura di questa specialità francese erano decisamente troppo lunghi per me che sono sempre di corsa quindi l'ho facilitato, studiando una variazione del famosissimo Boeuf Bourguignon di Julia Child.
Ho omesso il passaggio dell’aggiunta di funghi e cipolline e relativa cottura di questi ultimi unendo allo stufato 5 prima di spegnere delle deliziose cipolline borretane sott’olio sgocciolate .
L’idea di questo piatto è nato ovviamente dopo aver visto il bellissimo il film Julia&Julia dedicato a Julia Child la donna che ha cambiato per sempre il modo di cucinare in America... molte food blogger si sono riconosciute in questo film!
Questo piatto durante la cottura sprigiona un profumo sublime perfetto per i pranzi della domenica ma perfetto anche per le prossime festività…Io ve lo consiglio e chi l’ha già provato sarà d’accordo con me:-)!!
P.s. Io non ho eliminate le verdure dalla carne prima di servire, voi volendo potete colare il tutto e servire solo con le cipolline e il sughetto.Per la versione originale il web è pieno di questa ricetta quindi basta fare una piccola ricerca per trovarla!!

Boeuf Bourguignon
per 4 persone
150g di pancetta dolce
700 g di polpa di manzo tagliata a tocchetti piccoli
1 cipolla
1 carote
2 cucchiai di farina
500 ml di vino rosso corposo
250 ml di bordo vegetale
2-3 foglie d’alloro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 spicchio d’aglio
2 cucchiaia di olio extra vergine di oliva Dante
pepe q.b.
sale q.b.
Cipolline borretane sott’olio

Rosolare la pancetta con un cucchiaio di olio in una cocotte che possa andare in forno, poi rimuoverla. Rosolare nella stessa pentola i pezzi di manzo da ogni lato, preferibilmente un po alla volta e rimuovere anch'essa. Versare la cipollae la carota tagliate grossolanamente nella cocotte, rosolarle con un cucchiaio di olio e aggiungere successivamente la carne e la pancetta tenute da parte, salare pepare e cospargere con due cucchiai di farina quindi mescolare e aggiungere il concentrato di pomodoro, il vino, il brodo, l’alloro e l’aglio. Portare ad ebollizione, coprire la cocotte con il coperchio e cuocere in forno per 2 ore a 180 gradi. Cinque minuti prima di terminare la cottura unire le cipolline borretane e terminare la cottura e servire.


Con questa ricetta partecipo al contest di Eleonora del blog Burro e Miele dedicato allo stufato in collaborazione con lo chef Gualtiero Villa e la scuola di cucina Teatro 7.

52 commenti:

  1. Io adoro gli stufati...la rosolatura della carne mi sembra perfetta! Invita all'assaggio questa foto! Buona giornata ciao :)

    RispondiElimina
  2. Sulla carne oggi passo ma le cipolline le prendo tutte :) Un bacione, buona giornata TVBBBBBBBBB

    RispondiElimina
  3. io non amo gli stufati ma le tue foto come sempre mi affascinano!!

    RispondiElimina
  4. una bella variante, ottimo piatto. complimenti

    RispondiElimina
  5. Eh beh, il profumo che sprigiona è un capolavoro. Ti è venuto benissimo cara, se poi frulli il sughetto puoi farci scarpetta con il pane! Hmmmmm che fame.

    RispondiElimina
  6. Arrivo per pranzo!!!!!
    Invitante.. ma proprio tanto!!!!!!
    Un bacione grande!!!!!

    RispondiElimina
  7. Adoro gli stufati che rendono morbidissimi e saporiti i bocconcini di carne...fin da piccola erano gli unici che mangiavo. Ovvio che questo quà me lo saresi spazzolata allora, come anche adesso ;-)

    RispondiElimina
  8. Sicuramente da provare ...un'ottima ricetta per le giornate di Festa che stanno arrivando ;)

    RispondiElimina
  9. Bravissima Imma!!! Un piatto davvero perfetto e dallo schermo immagino anche il profumo, pensa un pò!!!
    Buona giornata cara...un bacione!!

    RispondiElimina
  10. Finalmente uno stufato veloce.
    Una bella polenta ci vuole proprio.
    Ciaooo

    RispondiElimina
  11. Un piatto succulento e appetitoso... presentazione degna da tavola delle feste!! Baci

    RispondiElimina
  12. che delizia tesorooooooooo!!! mi ricorda quello della mia mamma!!

    RispondiElimina
  13. Sai che anch'io volevo utilizzare quelle cipolline per uno stufato? Decisamente meno stiloso del bourguignon di Julia, pensavo al peposo imprunetano... ma mi chiedevo, appunto, in quale fase di cottura aggiungerle. Grazie per avermi svelato l'arcano e per avermi fatto ricordare uno dei film che più amo!

    RispondiElimina
  14. Ha un aspetto così invitante. Si vede subito che la carne è tenerissima e il sughino poi... mmmhhh
    Io sono campionessa mondiale di "scarpette" nel sugo!

    RispondiElimina
  15. Imma questo stufato ha un aspetto davvero meraviglioso, mi sembra di sentire il profumo da qua. Ci vediamo per pranzo :))

    RispondiElimina
  16. E' interessante la tua variante e quelle cipolline mi fanno gola :D

    RispondiElimina
  17. Ho sempre voluto fare la boeuf bourguigonne e quasi quasi mi hai dato una bella idea per il week end!!
    Invitantissimo!

    RispondiElimina
  18. Quando ho letto il tito kl o del post ho pensato proprio a Julia Child. Quel film mi é piaciuto moltissimo!! Magari lo riguardo uno di wuesti giorni :)

    RispondiElimina
  19. Che bontàààààà bellissimo adoro la carne gnammm
    bravissima bacioni!!

    RispondiElimina
  20. confesso: io ho aperto il mio blog pochi giorni dopo aver visto il film ; )

    RispondiElimina
  21. Oh Immaaaaaaaa...quel film lo adoro, e la scena dove viene cucinato questo stufato...è la mia preferita!
    Sembra di sentirne arrivare il profuno sin qua...
    Bacioni!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. ah Imma che piatto perfetto per le feste!!!!! ;)

    RispondiElimina
  23. Brava, bella idea! Pure io non ero ancora riuscita a farla per mancanza di tempo, ma ora credo che proverò la tua versione abbreviata . . . e intanto continuo a leggere le ricette della Child e a sognare di riuscire a realizzarne altre un giorno.

    RispondiElimina
  24. Questa ricetta me la sono sognata di notte per un bel pezzo dopo aver visto il film :-) e adesso per "colpa" tua cara Imma me la sognerò ancora! splendido piatto davvero...bravissima
    simo

    RispondiElimina
  25. Brava...sono piatti che non faccio mai proprio lerchè lunghi, ma peima o poi bisogna iniziare!!! Baci

    RispondiElimina
  26. Buonissimi il boeuf bourgignon. Ci vuole un po'di tempo ma il risultato é ottimo!
    C'é un giveaway molto femminile da me, passa se vuoi partecipare!! ^__^

    RispondiElimina
  27. Wow quello di Julia anch'io volevo farlo ma non ho il coraggio.
    Bravissima che buono!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Deve essere ottimo!!!!! io non l'ho mai fatto!! smackkk :-D

    RispondiElimina
  29. Splendida ricettina, complimenti, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  30. ciao Imma!!!!! come stai? sono passata per un saluto veloce ma a vedere il tuo piatto vorrei restare per un assaggio!!!! anzi, proprio per mangiarmene un bel piatto. Dev'essere talmente buono questo stufato che quasi quasi metto su la polenta ;) Favoloso!!!!! Ti abbraccio fortissimo e torno presto con più calma. Un bacio grandissimo.-Smackkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
  31. buonissimo e anche molto invitante!
    bacioni

    RispondiElimina
  32. è un piatto che cucino spesso perché lo adoro! :D
    buona giornata, baci

    RispondiElimina
  33. Buonissimo...davvero e tra l'latro ho delle cipolline borretane sott'olio fantastiche!!! BAci, Flavia

    RispondiElimina
  34. Assolutamente favoloso!!!! Io adoro gli stufati, la carne tenera quel profumo che dilaga per la casa... fà così inverno... splendida ricetta mia cara!!!!

    RispondiElimina
  35. anche io stasera di stufato con le patate pero!!il tuo e' da gran gourmet!!! baci

    RispondiElimina
  36. Una "grande" ricetta
    brava ciao

    RispondiElimina
  37. Veniamo a cena da te, portiamo il vino! Delizioso ed invitante!

    RispondiElimina
  38. Come quello di Giulia Child! E' favoloso,ho provato a farlo anch'io e quasi non ci credevo che venisse così buono e tenero.
    Ciao Imma ;)

    RispondiElimina
  39. mi sembra già di sentire il profumo di questo splendido stufato!!! da quando ho visto il film anche io mi riprometto sempre di provare adesso farò sicuramente la tua versione

    RispondiElimina
  40. Invitante e deliziosa questa tua rivisitazione della ricetta originale! brava!

    RispondiElimina
  41. Imma è stupendo, grazie e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  42. Che magnificienza... viene voglia di trovare un pezzettino di pane e fare una mega scarpetta!

    RispondiElimina
  43. squisitissimo! sono d'accordo con te: anche io nn avrei mai e poi mai levato le verdurine da quella splendida carne...! :)))

    RispondiElimina
  44. Non ho mai fatto uno stufato ma questo mi sembra ottimo! baci

    RispondiElimina
  45. Spettacolare!!! Ricetta e foto ispirano a provare questa ricetta immediatamente! Sento già il profumino...

    RispondiElimina
  46. Imma cara immagini la tenerezza di questa carne!Ho imparato per esperienza che bisogna sceglierla bene altrimenti e' un guaio!Un bacio affettuosissimo,Rossella!

    RispondiElimina
  47. lo sai che appena ho visto quel film mi è venuta la voglia anche a me di prepararlo!? dev'essere buonissimoo!

    RispondiElimina
  48. meravigliaaa! è una vita che lo voglio fare ma continuo a trovare la scusa che non ho la pentola fighissima adatta a farlo... :(((
    un bacione!

    RispondiElimina
  49. Ciao! questo è uno dei piatti che meglio si adatta alla stagione fredda!
    ancora più invitante se servito in queste deliziose cocotte :O
    baci baci

    RispondiElimina
  50. Mi piace lo stufato e la tua versione è ottima!Ciao

    RispondiElimina
  51. Anche per me questo è un piatto del desiderio, saranno due anni che ho salvato la ricetta ma... non trovo mai il tempo. Quasi quasi con le tue varianti;-)

    RispondiElimina

Benvenute nel mio mondo fatto di zucchero a velo e tanta dolcezza ma con un pizzico di salato che non gusta mai!!!